Quantcast
Meeting "Città di Nembro", cancellata l'edizione 2020: “Vogliamo ripartire dai giovani” - BergamoNews
Atletica leggera

Meeting “Città di Nembro”, cancellata l’edizione 2020: “Vogliamo ripartire dai giovani”

La competizione internazionale si sarebbe dovuta disputare nella cittadina seriana il prossimo 17 giugno

Da oltre vent’anni Nembro è riconosciuta come una delle capitali dell’atletica orobica e italiana.

Il meeting promosso dall’Atletica Saletti richiama ogni anno atleti provenienti da tutto il globo che spesso giungono nella cittadina bergamasca per preparare importanti appuntamenti come Giochi Olimpici o Mondiali.

L’emergenza Coronavirus che ha colpito duramente la Bassa Val Seriana ha messo in ginocchio anche il mondo dello sport, causando così la cancellazione della 24esima edizione inizialmente in programma il 17 giugno.

Nonostante la proposta della FIDAL di spostare l’evento al prossimo 5 agosto, gli organizzatori hanno preferito puntare sul 2021 a causa dei numerose difficoltà imposte dai protocolli sanitari e dal clima di incertezza vissuta dal nostro territorio.

“C’è sempre stata una speranza di trovare una collocazione compatibilmente con questa situazione, ma l’obiettivo era di svolgere un evento agevole – spiega Alberto Bergamelli, presidente dell’Atletica Saletti -. Si è paventata l’ipotesi di disputare la competizione più in là, ma rischiavamo di avere alcune rigidità sia dal punto di vista tecnico con una probabile limitazione delle distanze sino ai 400 metri, che da quello sanitario con i dubbi legati alla presenza del pubblico e ai procedimenti di sanificazione. Tutto ciò ci ha fatto pensare a una ripartenza forzata e con il direttivo abbiamo preferito sciogliere la riserva e optare per l’annullamento”.

La notizia ha scosso tutto il settore che, attraverso diversi suoi esponenti, ha espresso il proprio dispiacere per la mancata disputa dell’appuntamento.

“Ho ricevuto messaggi dall’Italia e dall’estero, persino dal Sudafrica che lo scorso anno ha visto la presenza di una propria delegazione – sottolinea Bergamelli -. Fra gli altri mi hanno scritto Agnese Maffeis, a lungo protagonista del nostro meeting dove nel 2003 ha concluso la propria carriera; e Marco Tamberi, padre e allenatore di Gianmarco.

Dopo le drammatiche settimane vissute da quell’area a cavallo fra febbraio e marzo, l’Atletica Saletti guarda avanti, mettendo al centro del proprio progetto i giovani, fra le categorie più colpite dall’attuale situazione.

“Abbiamo pensato di intervenire con il territorio e collaborare con Comune e oratorio per il Cre, svolgendo alcuni lavori con micro-gruppi di ragazzi – prosegue Bergamelli -. Pensiamo inoltre, se vi sarà la possibilità, di organizzare nel mese di luglio delle ‘micro-gare’ per la categoria assoluta, confermando così il nostro lavoro”.

In attesa di conoscere lo sviluppo della pandemia, rimane viva la volontà della società bergamasca di realizzare nuovamente la tradizionale “festa dell’atletica”: “E’ da oltre ventitré anni che organizziamo un meeting riconosciuto sia a livello nazionale che internazionale. Se la situazione sanitaria ce lo consentirà, il prossimo anno lo riproporre senza dubbio”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
marcato agricolo gandino
Martedì 16
Torna a Gandino il mercato agricolo a chilometro zero
Nembro riparte
Al centro sportivo
Nembro, messa per mille persone in memoria delle 190 vittime del Covid
Nembro
La celebrazione
Nembro, la messa per ricordare le 188 vittime del Covid: un rintocco di campana per ognuno di loro
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI