Quantcast
Weekend in Zona gialla: “Più controlli, e i negozianti segnaleranno gli assembramenti” - BergamoNews
L'accordo col prefetto

Weekend in Zona gialla: “Più controlli, e i negozianti segnaleranno gli assembramenti”

Enrico Ricci: "Chiedo ai bergamaschi massima responsabilità, come del resto hanno sempre dimostrato finora"

Più controlli delle forze dell’ordine, commercianti pronti a segnalare situazioni a rischio, e un appello del Prefetto Enrico Ricci: “Chiedo ai bergamaschi massima responsabilità, come del resto hanno sempre dimostrato finora”. Bergamo si prepara così al primo, atteso ma anche temuto, fine settimana di Zona gialla.

La nuova classificazione, in vigore già da lunedì scorso, preoccupa in vista del weekend con la gente a casa dal lavoro e libera, tra le altre cose, di poter frequentare locali e ristoranti. Il timore è quello di assistere ad assembramenti come quelli già visti nelle scorse settimane in altre località italiane.

Anche per questo giovedì si è riunito il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che ha deciso di rafforzare i controlli nelle zone della città considerate maggiormente a rischio con più personale. Dove? Lungo la Corsarola di Città Alta, una delle vie maggiormente frequentate nei giorni festivi, nella strada dello shopping per eccellenza che comprende via XX Settembre e via Sant’Alessandro, così come le vicine via Sant’Orsola e via Tiraboschi, oltre a piazza Pontida, quella della Libertà e la zona dei Propilei.

“Mi rivolgo agli abitanti soprattutto della città, ma anche della provincia – le parole di Ricci – per ricordare che la zona gialla non significa liberi tutti. Bisogna continuare a stare attenti e rispettare le regole che conosciamo, per evitare che la curva dei contagi torni a salire”.

Ad eccezione di una piccola parte in servizio allo stadio per Atalanta-Torino di sabato alle 15 (comunque ancora a porte chiuse), per il resto tutti gli uomini delle forze dell’ordine, Polizia, Carabinieri, Finanza e Locale, saranno destinati ai controlli lungo le strade, a piedi e in auto.

Ma non solo, perchè venerdì lo stesso Prefetto Ricci ha avuto un incontro con i rappresentanti del Distretto Urbano del Commercio, Ascom e Confesercenti, durante il quale è stato predisposto un piano che prevede la collaborazione dei commercianti: “I gestori di attività che vedranno scene di assembramento all’esterno dei proprio esercizi – spiega – , sono invitati a richiamare i propri clienti e, nel caso, non vengano ascoltati, a chiedere l’intervento sul posto delle forze di polizia. Soprattutto nei confronti dei più giovani, che di solito sono i meno attenti al rispetto delle regole”.

“Comunque sono fiducioso – conclude Ricci – perchè i cittadini finora si sono comportati in modo egregio. Tanto è vero che nonostante i numerosi controlli attuati in queste settimane in città e provincia, le sanzioni sono state davvero poche, sia alle persone che ai negozi”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
controlli polizia
Bergamo
Primo weekend in zona gialla: fari puntati su Città Alta e via XX Settembre
Bergamo, primo giorno del nuovo lockdown
Le regole
Ristoranti aperti la sera in zona gialla: il Cts fissa le regole, ora decide il Governo
carona sci
La decisione
Sì allo sci in zona gialla dal 15 febbraio: “Boccata d’ossigeno per la montagna”
Gori
La strigliata
Gori: “Troppa gente a Bergamo: non abbiamo imparato nulla?”
polizia locale bergamo nostra
Polizia locale
Bergamo, controlli anti-Covid nel weekend in zona gialla: 35 persone e 3 locali sanzionati
Controlli locale
Polizia locale
Bergamo, altro weekend in zona gialla: più controlli anti-Covid tra il centro e Città Alta
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI