BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Attilio Fontana ad Alzano: “Porteremo avanti il lavoro degli ultimi 25 anni in Regione” fotogallery

Attilio Fontana apre ad Alzano Lombardo la campagna elettorale del centro – destra per la presidenza della Regione Lombardia : “Porteremo avanti il lavoro già attuato negli ultimi 25 anni di presidenza in Regione”

Un auditorium colmo ha accolto il candidato alla presidenza della Regione Lombardia Attilio Fontana in occasione dell’apertura della campagna elettore avvenuta ad Alzano Lombardo nel pomeriggio di sabato 13 gennaio.

Attilio Fontana ad Alzano Lombardo

L’ex sindaco di Varese è stato accolto da numerosi amministratori provenienti da tutta la provincia fra i quali il sindaco di Alzano Lombardo Camillo Bertocchi e l’ex primo cittadino di Bergamo Franco Tentorio, dai coordinatori bergamaschi di Forza Italia Paolo Franco, Lega Nord Daniele Belotti e Fratelli d’Italia Daniele Zucchinali e dagli assessore regionali Alessandro Sorte (Forza Italia), Claudia Terzi (Lega Nord) e dalla consigliere regionale Lara Magoni (Lista Maroni).

“Vedere che tutto destra unito per sostenere il candidato dimostra come le persone abbiano capito chi sia adatto a governare – afferma Attilio Fontana –. Il programma innanzitutto è portare avanti il lavoro di venticinque anni di lavori in Regione Lombardia, molti anni non a litigare, ma a porre attenzione sul territorio”.

Alla base del programma del candidato del centrodestra la prosecuzione del lavoro sull’autonomia regionale e l’importanza del ruolo dei sindaci, punto su cui Fontana si è soffermato: “Se questo paese ha ancora la forza di proseguire lo si deve ai sindaci, che tutti i giorni devono risolvere i problemi nonostante la mancanza di fondi – prosegue l’ex primo cittadino di Varese – Autonomia non significa solo avere risorse in più, aspetto comunque necessario, ma significa anche dare più spazio agli enti locali e prendere decisioni sostanziali sul nostro territorio. Gli amministratori capaci spenderanno al meglio queste risorse, mentre chi non sarà in grado di farlo verrà sostituito. Inoltre, per permettere tutto ciò, chiederò di riportare maggiori competenze ai sindaci, anche nel campo della sicurezza, poiché i sindaci possono operare in maniera efficace in materia di sicurezza”.

All’interno del programma di Fontana posta l’attenzione anche verso famiglia attraverso l’uso di agevolazioni, verso i giovani e verso la montagna, dove si proseguirà con interventi a favore dei comuni coinvolti.

A ribadire le parole di Fontana anche Alessandro Sorte che ha sottolineato il lavoro fatto nel corso dei cinque anni : “Lo slogan lanciato da un nostro avversario è fare meglio e noi non mancheremo sicuramente di farlo. Nonostante ciò nel corso degli ultimi cinque anni come Regione Lombardia abbiamo compiuto diversi interventi nel campo delle infrastrutture, come la progettazione e l’apertura della TEM, l’apertura della Brebemi e di un tratto di Pedemontana ed ora stiamo pensando alla realizzazione della nuova autostrada Bergamo – Treviglio. Su quest’ultima pende l’opposizione del presidente della Provincia e del Partito Democratico che sostengono l’avversario prima citato, un’infrastruttura che non andrebbe a favorire tanto Treviglio, ma piuttosto il territorio delle Valli che verrebbe collegato. Al mio avversario ricordo come, grazie alle infrastrutture create in questi cinque anni, numerose aziende abbiano scelto di investire in quei territori e di come dovrebbe ricordare ai propri sostenitori di fare meglio piuttosto che a noi”.

Sul dietrofront di Roberto Maroni e sulla scelta di Attilio Fontana come candidato è tornato Paolo Franco, che si è detto non troppo sorpreso della decisione : “Non ci saremmo aspettati di vedere Maroni lasciare la corsa alla presidenza della Regione Lombardia per quelle motivazioni, nonostante ciò qualcosa ce lo faceva pensare visto il ritardo nella presentazione delle liste – confessa il coordinatore di Forza Italia –. Chiaramente se un partito ha un proprio candidato, si ottengono in esso un consenso più ampio, nonostante ciò Fontana è stato scelto di comune accordo fra i partiti della coalizione e la sua scelta di puntare sugli amministratori ci accomuna”.

In appoggio alla candidatura di Attilio Fontana anche “Noi con l’Italia” che, attraverso il proprio coordinatore bergamasco Bruno Valsecchi lancia il proprio sostegno : “La candidatura di Fontana per noi va benissimo. All’interno del suo programma sono presenti temi come autonomia, infrastrutture, innovazione tecnologica, temi che appoggiamo”.

Sul tema dei sondaggi che vedrebbero Fontana in vantaggio sugli altri candidati Daniele Belotti chiede cautela e inneggia al lavoro : “Non possiamo dire di aver già vinto innanzitutto per rispetto verso i nostri avversari e per i cittadini – spiega il coordinatore leghista – . Più che sui sondaggi, noi speriamo nella vittoria grazie al voto degli elettori e lo possiamo soltanto lavorando pancia a terra. C’è una campagna elettorale da portare avanti e noi la imposteremo come se dovessimo guadagnare venti punti percentuali”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.