Orio, scoperte 4 persone in volo per l'Egitto con più soldi del consentito - BergamoNews
In aeroporto

Orio, scoperte 4 persone in volo per l’Egitto con più soldi del consentito

I controlli dei funzionari della Dogana della Sezione Operativa Territoriale di Orio al Serio, unitamente ai militari della locale Guardia di Finanza

Nelle scorse ore i funzionari della Dogana della Sezione Operativa Territoriale di Orio al Serio, unitamente ai militari della locale Guardia di Finanza, hanno scoperto quattro violazioni, nell’ambito dei controlli valutari sui voli in partenza dall’Aeroporto Il Caravaggio, da parte di 4 passeggeri diretti a Il Cairo.

Uno di loro, un cittadino egiziano di 32 anni, residente nel bresciano, all’atto del controllo ha dichiarato di trasportare valuta entro il limite di 9.999 euro.

La successiva apertura del borsello ha consentito di accertare una maggiore somma, pari a 20.245 euro, pertanto, sono state applicate le sanzioni previste pari al 15% sull’eccedenza della valuta trasportata.

Degli altri tre viaggiatori, che trasportavano valuta comunque superiore al limite consentito e in assenza della prevista dichiarazione, due hanno estinto la violazione avvalendosi dell’istituto
dell’oblazione.

Al terzo, invece, è stata sottoposta a sequestro una parte della somma, in quanto recidivo, avendo già utilizzato il citato istituto nei 5 anni precedenti.

Costante l’impegno di ADM e della Guardia di Finanza sulle movimentazioni di denaro contante in entrata e in uscita dall’Italia e sull’intercettazione dei flussi eccedenti i limiti consentiti.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it