BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Confezionavano abiti ma lavoravano in nero: denunciati tre cinesi fotogallery

Il rumore delle macchine da cucire non smetteva mai, così come il carico e lo scarico di cartoni e confezioni nelle ore più disparate. Gli agenti della polizia dei Colli sono intervenuti in un laboratorio di confezioni gestito da cinesi e hanno denunciato condizioni igieniche pessime e tre lavoratori irregolari.

Il rumore della macchine da cucire era senza sosta, così come il carico e lo scarico delle confezioni e l’andirivieni di persone. Alcuni residenti si erano insospettiti per tutti quei movimenti nel capannone al civico 17 di via Galileo Galilei a Torre de’ Roveri e avevano segnalato i movimenti alla Polizia dei Colli.

Nel pomeriggio di giovedì 27 giugno, dopo vari sopralluoghi e appostamenti, gli agenti del Comando di Polizia dei Colli, coordinati dal comandante Enzo Fiocchi, sono intervenuti e hanno accertato che nel capannone vi era un attività di confezionamento abbigliamento in condizioni igieniche e sanitarie davvero fatiscenti. Gli agenti hanno chiesto l’intervento dei tecnici del lavoro dell’Asl di Bergamo che riscontravano diverse irregolarità. È stato così redatto un verbale di accertamento ed è stata elevata una sanzione di 3.800 euro.

“Durante il controllo abbiamo identificato cinque lavoratori cinesi – afferma il comandante Fiocchi – di questi, tre non risultavano in regola con i permessi ed il contratto di lavoro e sono stati così denunciati all’Ispettorato del lavoro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.