Quantcast
Temporale e tromba d’aria, disastro a Lurano: "Macerie ancora in strada, danni per un milione" - BergamoNews
Maltempo

Temporale e tromba d’aria, disastro a Lurano: “Macerie ancora in strada, danni per un milione”

Distrutta l'area del mercato, divelte due statue dalla facciata della chiesa, ambulatorio medico inagibile. Il sindaco: "Un grazie alla nostra protezione civile e a quelle dei paesi vicini, fortunatamente non ci sono stati feriti".

Quello che sembrava essere uno dei classici temporali estivi, nel tardo pomeriggio di giovedì 8 luglio si è trasformato in un incubo per Lurano e i luranesi: il cielo cupo, il vento fortissimo accompagnato da pioggia e grandine.

Poi all’improvviso una tromba d’aria che ha spazzato via non solo gli alberi ma anche tegole, lamiere e detriti che dagli edifici si sono riversati in strada.

Una furia impressionante che ha causato danni anche ingenti.

L’area del mercato completamente distrutta, con la copertura in legno e lamiere che non ha retto ed è collassata: il centro Scaravaggi, tra l’altro, avrebbe dovuto ospitare la ormai tradizionale Festa del Pescatore, ma la manifestazione in programma dal 22 al 25 luglio è stata annullata. Rimandati gli appuntamenti con il cinema all’aperto.

Sradicate e scaraventate al suolo anche due statue di angioletti che si trovavano sulla facciata della chiesa di via San Lino, mentre la struttura esterna della biblioteca è crollata.

La tempesta ha reso inagibile anche l’ambulatorio medico di via San Lino: il dottor Bana ha spostato d’urgenza tutti gli appuntamenti di venerdì mattina nell’ambulatorio di Castel Rozzone, dove solitamente esercita solo il lunedì, il mercoledì e giovedì, mentre il dottor Poloni è rimasto in studio ma solo per rispondere alle urgenze.

“Sono stati pesantemente danneggiati anche i tetti degli edifici comunali, della farmacia e anche della stessa chiesa che abbiamo chiuso per precauzione – spiega il sindaco Ivan Riva, da subito operativo sul territorio appena scattata l’emergenza – In giornata i vigili del fuoco torneranno qui per delle verifiche strutturali sugli edifici, già svolte in alcune case private. Fortunatamente registriamo solo danni alle cose e nessun ferito e questo è ciò che più ci premeva verificare”.

Danni che comunque, da una prima stima ed escludendo le proprietà dei privati cittadini, si potrebbero aggirare attorno al milione di euro.

Gli interventi si sono concentrati principalmente sulla pulizia delle strade: “Sembrava davvero un normale temporale, poi abbiamo iniziato a ricevere decine e decine di chiamate che ci annunciavano i crolli – continua il sindaco – Dovevamo liberare le strade, per permettere l’eventuale passaggio dei mezzi di soccorso. Un grande ringraziamento va alla nostra protezione civile e a quelle dei paesi vicini che sono accorsi immediatamente in aiuto prima ancora di chiederlo”.

Operazioni di ripristino che sono continuate incessantemente, con una sola sosta fisiologica nelle ore notturne: “Pausa solo di organizzazione – precisa il sindaco Riva – Ci siamo fermati da mezzanotte alle 5, anche se avevamo alcune persone che vigilavano le aree più a rischio. Poi abbiamo ripreso i lavori, che continueranno tutto il giorno”.

Alla comunità di Lurano sono arrivati messaggi di solidarietà anche da Giovanni Malanchini, Segretario consigliere dell’Ufficio di presidenza di Regione Lombardia, e Cristian Invernizzi, parlamentare bergamasco della Lega: “Da domani (oggi ndr)  – hanno annunciato in coro – saremo al lavoro tutti insieme per ripartire il prima possibile”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI