Quantcast
Basira, 23enne afghana: "Studiavo medicina, i talebani hanno spazzato via i miei sogni" - BergamoNews
La storia

Basira, 23enne afghana: “Studiavo medicina, i talebani hanno spazzato via i miei sogni”

La ragazza è arrivata in Italia lo scorso agosto con un volo militare: da poco si è riunita con i suoi due fratelli e con loro condivide un appartamento a Lurano. Sogna di riunirsi con i suoi genitori

Bergamo. Si chiama Basira Malikzada, ha 23 anni, viene dall’Afghanistan ed è arrivata in Italia lo scorso agosto a bordo di un aereo militare italiano.

A Kabul studiava medicina, ora qui deve ricominciare tutto daccapo. “Sono triste per questo, ma penso sempre a ciò che mi ha detto mia madre: ‘Sei un seme che può germogliare ovunque'”, racconta in inglese.

I genitori di Basira sono rimasti in Afghanistan: “Non sono riusciti a partire. Ho tanta paura che possa succedere loro qualcosa: se i talebani trovano mio padre lo uccidono, finora è riuscito a nascondersi ma spero che un giorno possa venire con mia madre in Italia e raggiungerci”.

Basira e i suoi due fratelli sono partiti in momenti differenti e in un primo momento hanno abitato in città diverse. Ora si sono ritrovati e convivono in un appartamento a Lurano.

“Non abbiamo più un Paese, in Afghanistan non possiamo andare a scuola, avere una carriera, andare in giro, soprattutto noi donne – spiega la ragazza -. Io volevo fare il medico, mi sono impegnata tanto negli studi e ora i miei sogni sono stati spazzati via dai talebani. Voglio riprendere l’università di medicina qui in Italia ma ora devo imparare la lingua, che è uno degli ostacoli più grandi”.

Basira, seppur con una certa amarezza, si considera comunque fortunata: “Nonostante tutto ora sono qui, al sicuro e ringrazio l’Italia per aver accolto me e i miei fratelli”.

 

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
bergamo casa accogliente
L'appello
Rifugiati afghani: servono case, tempo e competenze, Comune e Cesvi chiedono aiuto ai bergamaschi
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI