BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Osio Sotto verso il nuovo parco di via Vespucci: un polo verde per tutte le età

La fine del 2020 vedrà la procedura di gara per la sistemazione e riqualificazione del Parco di via Vespucci, nel quartiere Giardino al confine con la zona industriale

Più informazioni su

La sostenibilità ambientale è ormai considerata importante tanto quella sociale. Sta cambiando la considerazione del verde pubblico nel paesaggio urbano, e la stessa concezione dei parchi -quali luoghi di interazione passiva tra le persone- sta subendo trasformazioni radicali. Nella consapevolezza che solo le persone, in qualità di cittadini, direttamente coinvolte nelle questioni ambientali possono realizzare pienamente la sostenibilità nelle scelte quotidiane ed adottando abitudini corrette, ad Osio Sotto la fine del 2020 vedrà la procedura di gara per la sistemazione e riqualificazione del Parco di via Vespucci, nel quartiere Giardino al confine con la zona industriale. I lavori, che saranno avviati entro il mese di marzo, mirano ad integrare le attrezzature ludiche esistenti con giochi meno convenzionali, per permettere la fruizione e l’utilizzo di diverse fasce d’età al fine di ritrovarsi e vivere insieme il parco. Salvaguardando i percorsi, gli arredi e l’illuminazione esistenti, saranno realizzate nuove strutture sportive, ludiche, educative e di ritrovo per offrire zone ricreative più articolate e aree di sosta più confortevoli.

I tre ingressi al parco saranno caratterizzati dalla presenza di una pergola con una rosa rampicante, come segno di accoglienza, mentre nello specifico l’ingresso da via Mons. Savio presenterà un grande tavolo con panche in acciaio e legno. All’interno della zona verde saranno poi presenti elementi di grande originalità e bellezza naturale: un percorso di equilibrio costituito da travi in legno ad andamento a zig-zag, rialzate su tronchi verticali di sostegno; per i bambini più piccoli, sarà realizzata in calcestruzzo drenante una pista ciclo-didattica che prevede incroci, cartelli, segnaletica a terra, per imparare le principali regole del codice della strada; un’area ottagonale ombreggiata e la presenza di grossi massi per seduta, pensata per gruppi di adolescenti o per bambini che giocano a saltare tra un masso e l’altro; una particolare collina degli scivoli, con due pareti di arrampicata, due scivoli d’appoggio, una salita e due scalette intagliate in tronchi di larice, quattro sedute ai lati della stessa arrampicata che ospiteranno nonni e genitori. Senza dimenticare la presenza di un’area con sedute non convenzionali pensata per gli adolescenti e i giovani, che prevede elementi in legno sovrapposti tra loro a formare dei gradoni, oltre a sette sedute più lunghe per una sosta comoda e dedicata alla lettura, il tutto sotto l’ombra offerta da alberi di gelso di varietà senza frutti.

Il campetto da calcio a 5 già esistente sarà riqualificato e regolamentato nelle misure di superficie: la sistemazione avverrà con sottofondo drenante, livellamento e risemina, le porte verranno riposizionate per avere un’estensione regolamentare e dietro le porte verranno installate recinzioni di protezione. Sui due lati lunghi del campo, invece, da una parte saranno sistemate lunghe sedute in legno per permettere la sosta del pubblico; dall’altra, verso le abitazioni, l’area gioco sarà mascherata tramite particolari arbusti di Carpinus betulus che mantengono il fogliame anche durante l’inverno.

La spesa complessiva dell’intervento ammonta a 250.000 €: dal punto di vista ambientale, il progetto prevede che sia i materiali, sia le tecniche costruttive utilizzate siano conformi alle caratteristiche del parco in essere: l’inserimento di nuovi elementi vegetali a carattere arboreo e arbustivo mira la ricerca di un corretto equilibrio tra la zona residenziale periferica e la stessa area verde, valorizzando proprio le possibili connessioni tra le due zone. Oltre, naturalmente, a favorire la frequentazione da parte di tutta la cittadinanza, in modo particolare le nuove generazioni della comunità, in un quartiere che ha visto negli ultimi anni l’insediamento di tante famiglie giovani con bambini piccoli.

E la cura complessiva di questa nuova area verde passerà anche dai gesti di attenzione quotidiana di ciascuno: sviluppare un senso di sensibilità e appartenenza al territorio significa aumentare e valorizzare le possibilità di socializzazione, le occasioni di incontro. Migliorare, cioè, la qualità della vita in Osio Sotto. Una consapevolezza che il tempo della pandemia ha ulteriormente rafforzato.

 

ARTICOLO A CURA DEL COMUNE DI OSIO SOTTO

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.