BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Portiamo la filosofia nelle dimore antiche per riscoprire la bellezza”

Noesis – Libera associazione per la diffusione e lo studio delle discipline filosofiche propone un nuovo percorso culturale: un ciclo di cinque incontri con filosofi nelle antiche dimore bergamasche. Intervistato da Bergamonews, il vicepresidente di Noesis, Alessandro Vitali spiega: “Una novità incentrata sul tema della bellezza”.

L’arte del pensiero e l’arte delle dimore antiche bergamasche si incontrano e danno vita a un nuovo percorso filosofico incentrato sul tema della bellezza. È questo il cuore di “Bellezza: destino dell’arte e dell’uomo?”, la nuova proposta organizzata da Noesis – Libera associazione per la diffusione e lo studio delle discipline filosofiche.

L’iniziativa consiste in un ciclo di cinque incontri in altrettanti edifici storici del territorio quali momenti per riflettere sul rapporto tra uomo e arte, ma anche per riscoprire e valorizzare il patrimonio artistico locale.

Si comincerà giovedì 14 maggio a San Pellegrino Terme, con una conferenza del filosofo Diego Fusaro. Prima del suo intervento, in apertura della serata ci sarà la presentazione del libro "I Tasso una famiglia bergamasca", dell’autore orobico Luca Stefano Cristini.

Il percorso filosofico proseguirà a Brignano Gera d’Adda (24 maggio), Lovere (29 maggio) e Urgnano (5 giugno), mentre si concluderà venerdì 19 giugno a Grumello del Monte.

Abbiamo intervistato il vicepresidente di Noesis, Alessandro Vitali, per conoscere meglio l’iniziativa, il programma e i relatori che interverranno.

Com’è nato questo progetto?

L’idea che ha portato all’organizzazione di questo nuovo percorso filosofico è stata quella di proporre un’iniziativa diversa dalle più tradizionali conferenze. Così, abbiamo pensato di costruire una proposta che potesse valorizzare, da un lato, la filosofia, nostro ambito d’azione, e dall’altro le dimore storiche del territorio, invitando a riflettere sul rapporto tra arte e cultura. Abbiamo predisposto un calendario di cinque appuntamenti filosofici in altrettanti paesi della Bergamasca, quali occasioni per riscoprire i lugohi d’interesse che li caratterizzano, anche abbinandoli a visite guidate in loco.

Quando iniziano gli incontri? E chi saranno i relatori?

Il primo appuntamento di questa rassegna, intitolato “La bellezza salverà il mondo”, è in programma giovedì 14 maggio all’auditorium dell’hotel pasticceria "Bigio", dove alle 20.30 ci sarà l’incontro con Diego Fusaro. Il filosofo, ricercatore dell’Università Vita – Salute San Raffaele di Milano, interverrà in merito alla storia della società attuale e dei suoi risvolti economici-sociali. Dieci giorni più tardi, domenica 24 maggio, faremo tappa a Brignano Gera d’Adda dove, alle 16.30 si potrà prendere parte a visite guidate a Palazzo Visconti (con ingresso a 5 euro, comprensivo di degustazione a seguire), mentre alle 17.45 alla Sala del Trono all’interno dello stesso palazzo inizierà la conferenza intitolata “La maschera, volto di bellezza nel tempo”, con Guido Boffi, ricercatore di estetica al dipartimento di filosofia dell’Università Cattolica di Milano.

Quindi, si proseguirà con il terzo incontro…

Si, venerdì 29 maggio saremo a Lovere: dalle 19 ci saranno visite guidate per i borghi del paese lagunare e negli edifici storici, mentre a partire dalle 21 all’auditorium di Villa Milesi inizierà la conferenza filosofica dal titolo “La bellezza dell’arte di vivere”. Interverrà Carlo Sini, uno dei più noti filosofi e intellettuale italiano del nostro tempo. La settimana successiva, venerdì 5 giugno si proseguirà a Urgnano: alle 19.15 visite guidate all’interno della Rocca-Castello e alle 20.45 nella sala all’interno della Rocca si terrà una conferenza intitolata “Il bello: fra canoni e cannoni”, con Rolando Bellini, professore dell’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano e professore di storia dell’Arte dell’Università Internazionale dell’Arte, Firenze. Ma non è finita qui…

Cioè?

In calendario, venerdì 19 giugno, c’è l’appuntamento conclusivo di questo ciclo d’incontri: saremo a Grumello del Monte all’azienda vitivinicola "Le Corne". Qui, dalle 19.30, si potrà partecipare a visite guidate alla cantina e al vigneto con didattica dell’enologo dell’azienda. Alle 20.30, poi, ci sarà la chiusura del percorso filosofico con il professor Giovan Battista Paninforni, presidente di Noesis, che terrà una conferenza dal titolo “Il vero, il bello e il buono”. La serata terminerà all’insegna della convivialità: per tutti gli appassionati di filosofia ci sarà una degustazione di vini dell’azienda "Le Corne" e una festa associativa Noesis.

Per concludere, la proposta verrà replicata?

Si tratta di una novità, quindi bisogna vedere come riesce a radicarsi sul territorio, ma siamo fiduciosi e riteniamo che la proposta possa suscitare partecipazione e interesse dei cittadini. Ad esempio, abbiamo già ricevuto richieste da parte di altre dimore storiche per tenere al loro interno nuovi incontri. È un segnale importante, che conferma il profondo e concreto legame tra la filosofia, l’uomo e il mondo circostante: in un periodo di crisi come quello attuale capire da dove veniamo e porsi domande per riscoprire la bellezza che ci circonda è sicuramente un elemento di speranza per uscire dal buio e guardare a un nuovo Rinascimento.

Gli incontri sono a ingresso libero (ad eccezione della serata a Palazzo Visconti, che prevede un biglietto d’ingresso a 5 euro comprensivo di degustazione a seguire), con la possibilità di dare il proprio contributo a sostegno dell’associazione.

È possibile consultare il programma dettagliato della rassegna "Bellezza: destino dell’arte e dell’uomo? – Percorsi filosofici in antiche dimore storiche" al link www.noesis-bg.it/Anno20142015/PieghevoleEstate.pdf

Per avere ulteriori informazioni visualizzare il sito internet di Noesis www.noesis-bg.it oppure inviare un’e-mail a: info@noesis-bg.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.