Quantcast
La polenta taragna in barattolo: può andare nel microonde - BergamoNews
Con il formaggio branzi

La polenta taragna in barattolo: può andare nel microonde

Tra poche settimane sarà possibile trovare sugli scaffali dei supermercati la polenta taragna in barattolo, un piatto pronto da gustare

Val Brembana. Uno dei piatti più iconici della cucina bergamasca diventa un piatto pronto da comprare comodamente al supermercato. Dall’incontro di due realtà locali, La Nuova Gastronomia e Pasticceria di Azzano San Paolo e la Latteria Sociale di Branzi, nasce la polenta taragna in barattolo che esordirà sugli scaffali dei supermercati nelle prossime settimane.

L’idea è di Francesco Maroni, direttore della Latteria Sociale di Branzi, che per adattarsi al nuovo mercato e venire in contro al consumatore ha pensato di rivisitare uno dei piatti tipici della cucina bergamasca in versione smart. Il progetto ha subito convinto Massimo Carlotti, della Nuova Gastronomia di Azzano San Paolo, che ha appoggiato l’idea non solo perché ama la taragna ma soprattutto perché è un prodotto che punta a valorizzare il territorio utilizzando prodotti locali e di alta qualità. La preparazione della polenta taragna richiede, seguendo la ricetta classica, parecchio tempo oltre che una costante attenzione durante la cottura, il loro intento è quello di portare il prodotto sulle tavole in pochi minuti garantendo il gusto originale.

Tra gli ingredienti troviamo il formaggio Branzi prodotto da loro, il Rosato rosso di Cerete, lo Spinato di Gandino e il Nostrano dell’Isola, in linea con la tradizione.

Se la creazione della ricetta è stata quasi immediata, l’ideazione del packaging ha richiesto più tempo anche se alla fine si è optato per una grafica semplice che vede il classico paiolo della polenta al centro di una tipica tavola domenicale bergamasca. La commercializzazione è stata affidata al gruppo Moretti di Bergamo, che già si occupa della vendita della farina per polenta taragna sottovuoto. Il barattolo verrà distribuito in alcune sigle della grande distribuzione ma sono già in corso i negoziati per collaborare con diversi grossisti così da espandere la vendita anche a ristoranti e gastronomie.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI