BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Liceo Sarpi, il ritorno sui banchi della prima classe ‘quarantenata’ in città

"Nonostante tutto siamo felici perché siamo certi delle nostre condizioni si salute. La scuola deve essere un luogo sicuro"

Più informazioni su

Mentre nell’ultima settimana l’Ats ha registrato 72 persone positive al Covid-19 nelle scuole bergamasche (con 16 classi in isolamento), la prima classe “quarantenata” in città è ritornata
sui banchi, una volta finiti i 14 giorni di allontanamento preventivo.

Era il 24 settembre, solo 10 giorni dopo la ripresa delle lezioni, quando l’Ats ha prescritto a tutti gli studenti di una classe del Liceo Classico Paolo Sarpi il tampone dopo che sono risultate positive una studentessa e una professoressa. Da quel momento è scattata la quarantena per l’intera classe.

La didattica non è mancata, sono state attivate le lezioni a distanza per gli alunni e, terminati i giorni
necessari all’isolamento, la classe è tornata sui banchi. “Siamo rientrati il 6 ottobre – racconta a Bergamonews un membro del gruppo classe, che preferisce mantenere l’anonimato – ma non siamo tornati tutti a scuola. La professoressa, così come alcuni di noi, sono risultati ancora positivi all’ultimo tampone per questo non rientreranno”.

Per chi è risultato negativo, invece, si ritorna alla vita scolastica di sempre, forzatamente interrotta solo dopo dieci giorni. Rimane la paura per quello che si è passato e per quello che poteva comportare per le famiglie e gli amici più stretti, ma anche la sicurezza di poter tornare nel mondo controllati e certi della propria salute.

“Nonostante tutto siamo felici perché siamo sicuri di come stiamo – conclude lo studente del Sarpi -. I tamponi dovrebbero essere fatti a tutti, a tappetto, per evitare rischi per chi ci è vicino. La scuola deve essere un luogo sicuro”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.