BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il mondo dei donatori di sperma su Facebook

È sempre più florida una libera banca del seme su Internet tenuta insieme da forum e gruppi dedicati all’incontro, come in Italia Donatori di seme – L’angolo delle cicogne o Donazione di seme: dono di vita. È una libera banca che va oltre ogni dibattito pubblico e concessione del legislatore, senza burocrazie, attese, senza spese e controlli. Non c’è nessuna legge che regoli questo scambio.

È sempre più florida una libera banca del seme su Internet tenuta insieme da forum e gruppi dedicati all’incontro, come in Italia Donatori di seme – L’angolo delle cicogne o Donazione di seme: dono di vita. È una libera banca che va oltre ogni dibattito pubblico e concessione del legislatore, senza burocrazie, attese, senza spese e controlli. Non c’è nessuna legge che regoli questo scambio.

In Italia c’è semmai il lungo vuoto causato dalla legge 40, che non consentiva la fecondazione eterologa. E, anche ora che le barriere dei divieti con la sentenza della Consulta sono caduti, si devono ancora costituire nelle singole regioni le banche del seme. Nella Conferenza delle Regioni dello scorso settembre si è approvato un documento all’unanimità che implica l’anonimato del donatore e il limite di età tra 18 e 40 anni (per le donne riceventi si arriva invece a 43 anni). Sarebbe comunque vietato l’accesso all’eterologa a donne single e a coppie lesbiche.

Facebook, però, connette semplicemente donatori di sperma con donne riceventi. Nei gruppi, gli aspiranti donatori si presentano così: “Roma, 44 anni. Figli. Disponibilità a viaggiare. Analisi disponibili su richiesta”. Più in basso si trova il messaggio di una eventuale ricevente: “ho 32 anni e sono sposata. Vorrei trovare un donatore che mi possa aiutare ad avere un bimbo. Ringrazio tutti”. Stabilito il contatto, donatori e riceventi scambiano informazioni, si incontrano, si conoscono, mostrano reciproche analisi per certificare l’assenza di malattie sessualmente trasmissibili. Le donne aspettano il momento propizio dell’ovulazione calcolata con i test e convocano il donatore. La donazione avviene in genere un hotel con la consegna dello sperma raccolto in un barattolo sterile, che la donna inserisce subito dopo nella vagina con una siringa. Ma la maggior parte delle volte tramite rapporto sessuale

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.