BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nuove rivelazioni su Mps Prima di suicidarsi Rossi scrisse a Fabrizio Viola

Prima di suicidarsi, il 6 marzo scorso, l’ex portavoce di Montepaschi David Rossi avrebbe spedito delle mail all’amministratore delegato dell’istituto Fabrizio Viola in cui avrebbe manifestato la volontà di porre fine ai propri giorni.

Più informazioni su

Prima di suicidarsi, il 6 marzo scorso, l’ex portavoce di Montepaschi David Rossi avrebbe spedito delle mail all’amministratore delegato dell’istituto Fabrizio Viola in cui avrebbe manifestato la volontà di porre fine ai propri giorni.

È quanto rivela il Corriere della Sera, in un articolo a firma Fabrizio Massaro, secondo il quale i magistrati senesi Natalino Nastasi, Aldo Natalini e Giuseppe Grosso avrebbero rintracciato il messaggio nella memoria dei computer sequestrati a casa e nell’ufficio del manager. Anche la famiglia Rossi ne avrebbe raccolte diverse e inoltrate alla Procura che sulla morte di David Rossi aveva aperto un’inchiesta per “istigazione al suicidio”.

Le mail, che Viola avrebbe ricevuto mentre si trovava fuori dai confini nazionali, confermerebbero che Rossi non era tranquillo e che si era rivolto ai vertici di Piazza Salimbeni per chiedere aiuto: Viola e il presidente Alessandro Profumo hanno sempre sostenuto, anche di fronte ai magistrati, che a Rossi era stata confermata la fiducia.

Tra le ipotesi che si erano fatte strada c’era anche quella che Rossi fosse stato spinto all’estremo gesto dal sospetto di essere collegato alla fuga di notizie relativa alla maxi-causa per danni mossa da Mps alle banche Nomura e Deutsche Bank per la quale l’istituto senese aveva presentato un esposto in Procura.

Le indagini, però, hanno evidenziato la totale estraneità di David Rossi e nel registro degli indagati per quella vicenda è stato iscritto l’avvocato Michele Briamonte, consigliere d’amministrazione di Monte dei Paschi. Secondo quanto ricostruito dai pm, infatti, la notizia venne tenuta tra le mura del cda, proprio per evitare fughe di notizie.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.