BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torna Ezio Gritti con il suo nuovo ristorante nel cuore di Bergamo fotogallery

Il ristorante, posizionato in una location mozzafiato nel cuore di Bergamo, si presenta come novità assoluta nella ristorazione attuale cittadina.

Ezio Gritti torna a Bergamo – nella sua Bergamo – e lo fa rientrando dalla porta principale e mettendoci la firma. Lo fa con un ristorante che porta il suo nome e non lascia adito a dubbi su quanto questo luogo rappresenterà se stesso e il suo amore per la cucina. L’apertura nella mattinata di venerdì 25 novembre, alla presenza del sindaco Giorgio Gori.

Un ristorante che racconterà della storica esperienza di Gritti a l’Osteria di Via Solata – celeberrimo ristorante stellato di Città Alta; racconterà della fortunata parentesi internazionale in quel di Bali; racconterà della sua Bergamo e del suo amato Territorio. E lo farà nel modo più diretto possibile: attraverso i suoi piatti. Piatti che rappresenteranno anche l’Ezio Gritti di adesso poiché – come in ogni forma d’arte e di cultura – tradizione e innovazione possono dare il meglio, solo se fortemente connesse.

Il ristorante, posizionato in una location mozzafiato nel cuore di Bergamo, proprio sul Sentierone, si presenta come novità assoluta nella ristorazione attuale cittadina. Un ritorno che gli appassionati gourmet attendevano da tanto – da quando quel 30 dicembre 2013, Ezio lasciò la gestione e i fuochi de l’Osteria di Via Solata, per spostarsi al Solata Restaurant di Bali in Indonesia. Un trasferimento che, nel nome stesso del nuovo ristorante, rimarcava il ricordo ed evidentemente la nostalgia dello Chef per quel luogo e per la sua Bergamo. Un ricordo che lo riporta alla sua terra e alla sua città: “Era da un po’ che ero stato colto da questa nostalgia fanciullesca. Mi mancava Bergamo, mi mancavano i suoi profumi, i suoi sapori… le sue montagne. E sapevo perfettamente che sarei tornato! Lo sapevo sin dal momento in cui sono partito per Bali. Quando ho scelto di rientrare, non volevo semplicemente tornare in Italia. Volevo riportare il mio nome a Bergamo – la mia città». Una scelta ragionata quella di Gritti che ha un progetto ben chiaro in testa: «La mia sarà una proposta differente per la città di Bergamo. Una proposta gourmet e di assoluta eccellenza – che mai tradisca la mia filosofia – ma che al contempo si apra alla gente, con un’idea più fruibile e informale, libera dagli eccessi e concentrata su qualità e perfezione – così da inserirsi perfettamente nella situazione storica ed economica che rappresenta il nostro presente”.

Fine sommelier ed esperto di vini, Ezio Gritti promette anche una Cantina che non farà rimpiangere la storica proposta de l’Osteria di Via Solata: etichette italiane, d’Oltralpe e ovviamente anche qui, tanto, tanto Territorio.

Lo staff, giovane e bergamasco Doc, vedrà otto persone muoversi tra i fuochi e cinque in Sala.

FILOSOFIA E VALORI DA CUI RIPARTIRE

IDENTITÀ: Ezio Gritti ricomincia da Ezio Gritti. Tutto racconterà di lui: dal nome, ai piatti. Dai locali a ogni singolo dettaglio che richiamerà di continuo la sua filosofia. Per rimarcare l’identità e orientare il cliente, le proposte della Carta indicheranno a fianco l’anno di creazione e varieranno con costanza a seconda della stagionalità e dell’estro della cucina.

SEMPLICITÀ: Molti piatti di Ezio saranno ispirati dal territorio, senza comunque dimenticare la storia e l’esperienza che lo hanno forgiato. L’elemento comune sarà sempre e comunque la semplicità, con l’obiettivo di presentare pietanze che parlino con chiarezza e raccontino una storia vera.

GUSTO ESTETICO: Immancabile nell’impronta di Gritti, il gusto attraverserà piatti e location. Un gusto raffinato senza fronzoli che non stanchi, disorienti o spaventi il cliente.

TERRITORIO: Torna col cuore Ezio, scegliendo di dare vita al suo progetto, coinvolgendo professionisti e produttori del territorio. Non solo per la scelta dei prodotti che saranno serviti a tavola, ma anche ricercando la collaborazione di fornitori, artigiani, personale e professionisti locali, coinvolti con l’intento di dare linfa e slancio alle attività dell’economia bergamasca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.