BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Diffondere la cultura industriale”, la Fondazione Dalmine sale in cattedra

Martedì 10 settembre alle 17 la Fondazione Dalmine presenta l’offerta didattica 2019-2020 di 3-19, finalizzata a diffondere la cultura industriale fra gli studenti delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie.

Con il progetto 3-19 la Fondazione Dalmine offre un programma specifico di visite, attività e laboratori, per diffondere la cultura industriale fra gli studenti delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria. A 9 anni dalla sua nascita, 3-19 amplia l’offerta gratuita per le scuole dalla storia alla scienza e tecnologia. Il progetto è in collaborazione con BergamoScienza, Comune di Dalmine, Confindustria di Bergamo, GAMeC, Lab80, Museo delle storie di Bergamo, Museimpresa, Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo Da Vinci di Milano, Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo.

Manuel Tonolini, dichiara “Si apre un nuovo anno ricco di novità per 3-19, che integra sempre di più la storia con la scienza e tecnologia, a partire dall’ampio riscontro nel precedente anno scolastico. Scienza e tecnologia a partire dalle nuove proposte di coding con i robot e.DO di Comau che si affiancano a matematica, geometria e organizzazione industriale. Ma anche percorsi di robotica sulle rivoluzioni industriali, un videogioco per la visita della company town, nuove metodologie e nuovi percorsi con l’obiettivo di diffondere la cultura industriale.”

Stefano Capelli, aggiunge “Siamo pronti anche quest’anno ad accogliere e incontrare tantissimi studenti dall’infanzia alle superiori, per sperimentare con loro percorsi di storia, tecnologia e arte contemporanea, ma anche sempre più ambiziosi progetti di scuola-lavoro. La sfida è quella di offrire una didattica sempre più coinvolgente e appassionante, grazie a un impegno continuo di rinnovamento, con ampio spazio ad attività ludico-didattiche”.

Caterina Epis, direttore Relazioni istituzionali TenarisDalmine: “Il pacchetto 3-19 è per noi il segno della stretta relazione fra TenarisDalmine e il territorio su cui è insediata da oltre un secolo. Le attività raggiungono più di 8.500 studenti di Bergamo e provincia da oltre 8 anni. Con i nuovi laboratori di scienza e tecnologia si amplia la trasmissione dei valori di cultura industriale che Tenaris sostiene in Italia e nel mondo, con programmi che raggiungono oltre 36.000 persone e un investimento annuo di circa 10 milioni di dollari”.

PRENOTAZIONE

Tutte le attività sono gratuite.
Il sito web contiene tutte le informazioni e le modalità di prenotazione: www.3-19.org

INFO

Fondazione Dalmine – Dalmine, via Vittorio Veneto (http://goo.gl/maps/WSYpC)
Parcheggio in sede.  CONTATTI: +39 035 5602222 | 3-19@fondazionedalmine.org | www.3-19.org

SCIENZA E TECNOLOGIA
Il programma didattico della Fondazione Dalmine per diffondere la cultura industriale integra sempre di più la storia con la scienza e tecnologia.

VIVERE CON I ROBOT
L’offerta di laboratori con i robot e.DO di COMAU, in collaborazione con BergamoScienza, si arricchisce di nuovi percorsi: RoboHISTORY, alla scoperta della storia delle rivoluzioni industriali; inoltre i laboratori con e.DO, passano così da 3 a 8 con nuove proposte di matematica, geometria, ma anche di coding.
Prende avvio anche un progetto di avvicinamento al mondo tecnologico per le scuole dell’infanzia con la progettazione di percorsi di introduzione al mondo dell’innovazione tecnologica, studiati insieme a educatori e pedagogisti.

Pensati e progettati specificamente per attività didattiche su un hardware al 100% open-source e su una piattaforma software, i robot e.DO permettono agli studenti – anche ai più piccoli – di comprendere la robotica partendo dalla programmazione interna, ma anche dal montaggio esterno: sono infatti composti da pezzi modulari, da assemblare come fossero mattoncini.
Sono gli stessi studenti a guidare i robot e.DO e a risolvere con loro i problemi concreti proposti dai facilitatori di BergamoScienza, applicando e ripassando gli argomenti disciplinari, sviluppando competenze cooperative. In questo senso, non sono soltanto laboratori di robotica, ma di didattica con la robotica, modulabili per adeguarsi al livello delle diverse classi e – per la secondaria di II grado – dei diversi indirizzi. Ogni laboratorio può ospitare una classe e dura 4 ore, al mattino.

TUTTI AL MUSEO DELLA SCIENZA!
Grazie alla collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia di Milano 3-19 propone 3 visite e 3 laboratori gratuiti a partire dalla classe 3° della scuola primaria fino alla classe 5° della scuola secondaria di II grado, a partire da: Se scorre è un liquido. Il laboratorio nasce da esperienze realizzate nell’ambito dei percorsi di Alternanza scuola-lavoro fatti da Museo e Fondazione Dalmine ed è un’attività studiata ad hoc per le scuole che parteciperanno al progetto e che non rientra nel catalogo di attività per le scuole del Museo.
A completare l’offerta negli I.lab del Museo: Materiali impermeabili, per le scuole primarie, e Suoni nei materiali, dalla primaria alla secondaria. Ai laboratori è possibile associare percorsi di visita alle esposizioni, dalla primaria alle secondarie: Materiali che hanno cambiato il mondo, La vita delle cose e storia e Storie di un metallo

Per le scuola d’infanzia c’è la possibilità di percorsi ad hoc contattando la Fondazione Dalmine.
Il Museo è un riferimento culturale ed educativo importante per le scuole a livello nazionale. Offre un programma permanente di attività per gli studenti dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria di II grado, che si articola in attività sperimentali nei laboratori interattivi, visite alle esposizioni, conferenze e incontri con esperti. Nel Museo sono attivi 14 laboratori interattivi. I laboratori sono aree progettate ad hoc, che permettono ai visitatori di svolgere un lavoro sperimentale in prima persona. Sviluppano temi connessi alle esposizioni del Museo indagando fenomeni scientifici e approfondendo temi di dibattito e attualità nell’ambito dello sviluppo e della ricerca scientifico-tecnologica. I programmi educativi del Museo per gli studenti e gli insegnanti hanno l’obiettivo di fornire strumenti utili per fare laboratorio di scienze in classe e costruire esperienze che contribuiscano a sviluppare in bambini e ragazzi l’interesse per la scienza, la tecnologia e un atteggiamento scientifico nella loro vita quotidiana.

GAMeC – Black Hole
3-19 offre, da gennaio 2020, per le scuole secondarie di primo e secondo grado, una nuova proposta di laboratori con GAMeC grazie alla collaborazione di storici dell’arte, curatori, filosofi e scienziati, coinvolti per affrontare un discorso trasversale attorno al tema della materia, a partire dalla prima tappa della mostra Black Hole. Arte e matericità tra informe, svoltasi nell’autunno del 2018.

TENARISDALMINE
sicuraMENTE, un nuovo laboratorio-ludico per aiutare i ragazzi a riflettere sul tema della sicurezza nel mondo del lavoro, in collaborazione con TenarisDalmine. Un gioco di squadra da tavolo, in grande formato, che ha l’obiettivo di diffondere la cultura della sicurezza e coinvolgere gli studenti, a partire dalla scuola primaria, familiarizzando con le buone regole di comportamento per vivere e lavorare sicuri.

STORIA ALLA RISCOPERTA DEL ‘900 TRA STORIA D’IMPRESA E TERRITORIO

I laboratori di storia da quest’anno si presentano rinnovati nella metodologia con un’ampia proposta di percorsi ludico-didattici: videogame a squadre, giochi da tavola, activity cards.
Per la scuola dell’infanzia, attività nel parco della Fondazione con possibilità di ricreazione.
Per le scuole dalla primaria alle secondarie, a partire dal gennaio 2020, visite interattive alla città industriale attraverso l’uso di un videogioco didattico, progettato con BerGAME.
Fondazione Dalmine rafforza inoltre la collaborazione con il Museo delle storie di Bergamo con l’offerta di visite e laboratori gratuiti che esplorano il mondo della fotografia: Visioni fenomenali. Un percorso interdisciplinare tra scienza e storia, rinnovato e implementato, che permette di conoscere come nasce una fotografia, i principali studi fotografici in città e sul territorio, e di effettuare esperimenti sulla luce e sui colori, per classi dalla primaria alla secondaria di secondo grado; Scatti di memoria. In archivio. Visita al Museo della fotografia Sestini, visione di materiali fotografici autentici (dagherrotipi, carte de visite, lastre…) e laboratorio di analisi di immagini fotografiche.
Un nuovo laboratorio su Il Mestiere dello storico e le fake news, per la scuola primaria, progettato con Archivio ENI e M9-Museo del Novecento. Laboratori sulle tipologie di documenti scritti e sulla fotografia analogica, dallo scatto alla stampa. Visite all’archivio e alla città di Dalmine per tutti i gradi scolastici.

I laboratori storici di 3-19 hanno l’obiettivo di avvicinare le giovani generazioni alla conoscenza dell’industria: l’attualità, la storia, le culture, i paesaggi, i fenomeni sociali ad essa connessi. Un approccio che coniuga la dimensione locale dei luoghi e dei territori, con quella internazionale e globale dell’industria contemporanea. Un programma di incontri, laboratori, visite, che prendono le mosse dall’esplorazione dei luoghi, degli archivi e dei musei, e che fanno ampio ricorso a fonti, documenti, foto, video, bibliografie, strumenti digitali. Percorsi tematici che mettono in gioco diverse competenze e abilità, dalla percezione fisica dei luoghi e l’immaginazione creativa dell’infanzia, alla dimensione del tempo e alla capacità narrativa della primaria, all’approccio alla ricerca e alla riscoperta e reinterpretazione della storia del ‘900 delle scuole secondarie. I percorsi proposti, diversificati per grado scolastico, spaziano dalla storia della città industriale di Dalmine, alle principali vicende della Prima e della Seconda Guerra Mondiale, al Miracolo economico. Ma anche alla storia dell’industria e della siderurgia. Un’attenzione particolare è data ai percorsi legati all’approfondimento delle fonti storiche, della loro conoscenza e uso.

SCUOLA-LAVORO (PCTO)
UNA GRANDE POSSIBILITÀ PER FAR CONOSCERE IL MONDO DEL LAVORO ALL’INTERNO DEL PROPRIO PERCORSO SCOLASTICO
Un percorso che offre agli studenti del triennio degli istituti superiori esperienze formative presso TenarisDalmine e la Fondazione Dalmine, in stretta collaborazione con l’istituzione scolastica e con gli insegnanti. Per gli istituti tecnici, in collaborazione con TenarisDalmine, continua il percorso triennale sulla figura del manutentore. Come si inseriscono ed integrano processi, strutture e servizi della manutenzione nell’industria 4.0? Quali sono le soluzioni tecnologiche disponibili per innovare i sistemi di manutenzione nelle aziende industriali e dei servizi? Quali sono e saranno le nuove competenze richieste allo specialista di manutenzione? Sono solo alcune delle domande a cui trovare risposta per docenti e studenti di 2 classi del triennio degli istituti tecnici IIS Marconi di Dalmine e ITIS Paleocapa di Bergamo. Grazie alla collaborazione dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo e alla stretta collaborazione con i 2 istituti scolastici prosegue, con il secondo modulo, il percorso triennale di 200 ore fra incontri con i tecnici TenarisDalmine, visite in azienda e alla Fondazione Dalmine, project work, momenti di dibattito e confronto, verifiche e valutazione delle attività svolte.
Fondazione Dalmine e ITIS Paleocapa hanno avviato inoltre un progetto scuola-lavoro con l’obiettivo di avvicinare gli studenti al mondo degli archivi e della ricerca storica, al fine di recuperare e valorizzare l’archivio storico scolastico.
Per le scuole di area umanistica e di scienze sociali, si consolidano le offerte di attività pratiche e formative sui temi della cultura d’impresa e su conservazione e didattica del patrimonio industriale. Dalla progettazione di laboratori per le scuole d’infanzia, a “Ricordi”: l’attività di alternanza che permette l’incontro fra gli ospiti del Centro diurno integrato San Donato di Osio Sotto e le scuole primarie del territorio. Dai percorsi di visita all’archivio storico TenarisDalmine, progettati da gruppi di studenti delle superiori, nell’ambito delle iniziative della Settimana della Cultura d’impresa, promossa da Museimpresa.

PROGETTI
DAI BANDI PON AI PROGETTI DI RETE, DALLA CITTA’ INDUSTRIALE ALLE FONTI D’ARCHIVIO, DAI ROBOT AL CINEMA: 3-19 A DISPOSIZIONE DELLA SCUOLA

3-19 progetta, organizza, sostiene percorsi didattici ad hoc per il mondo delle scuole, anche di durata pluriennale, originati da bandi di finanziamento del MIUR o da esigenze specifiche degli istituti scolastici. Dal 2010, 3-19 propone Raccontare la città industriale: laboratori con storici, fotografi, operatori video, per scoprire e raccontare il punto di vista dei giovani studenti di una città industriale. Quest’anno la 9° edizione di Raccontare la città industriale affronta il tema del tempo libero e dello sport a Dalmine dall’inizio del ‘900.

FORMAZIONE
UN SOSTEGNO ALL’ESIGENZA DI DOCENTI E DI OPERATORI DIDATTICI O MUSEALI DI RIMANERE AGGIORNATI IN UN MONDO IN CONTINUA EVOLUZIONE

3-19 propone al mondo della scuola e degli operatori didattici o museali un percorso di formazione per stare al passo delle trasformazioni di un mondo sempre più complesso. Gli incontri di formazione verteranno su temi proposti da 3-19 insieme ad altri enti: didattica della storia e ricerca storica; didattica educativa con robot e nuove tecnologie; rivoluzioni industriali; manutenzione e sicurezza sul lavoro.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.