BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Maturità, terza prova al via per l’ultima volta: dall’anno prossimo si cambia

Si chiude l'epoca degli esami di maturità "vecchia maniera"

Più informazioni su

Ultima fatica “scritta” per i maturandi 2018. Ultima volta che gli studenti dovranno studiare per il quizzone. Ultima volta per la terza prova: con oggi si chiude un’era. 

Oggi, 25 giugno, per l’ultimo anno si svolge la terza prova. Si chiude l’epoca degli esami di maturità “vecchia maniera”, introdotti dalla riforma Berlinguer alla fine degli anni ’90: dall’anno prossimo si cambia e – se non ci saranno sorprese dell’ultimo minuto – la terza prova sparirà. L’esame 2019, quindi, sarà composto da tre prove in tutto: due scritti, più l’orale. Così ha stabilito uno dei decreti legislativi della Buona Scuola: troppo aleatorio, troppe disparità da scuola a scuola. L’ultimo scritto infatti è l’unico che non viene preparato dal ministero ma dalle singole commissioni d’esame. Quindi cambia non solo da indirizzo a indirizzo, ma da istituto a istituto. In genere dura fra le 2 e le 3 ore, le domande possono essere sia a risposta multipla che aperte.

Secondo un sondaggio di Skuola.net su 1500 maturandi, quasi 3 su 5  hanno ricevuto informazioni dai professori su quali saranno le materie oggetto di terza prova. Alcuni di loro hanno addirittura ottenuto una “anteprima” sul contenuto delle domande. Nonostante questo, tanti si stanno ugualmente attrezzando per copiare, anche perché le commissioni sembrano disposte a chiudere un occhio. Solo il 30% degli intervistati, infatti, ha definito i professori particolarmente scrupolosi nei controlli, mentre 1 su 10 sa già che avrà praticamente via libera. Al 60%, invece, basterà fare un po’ di attenzione e non dare troppo nell’occhio, perché raccontano che i commissari – pur mantenendo un certo rigore – tendono a distrarsi.

Nonostante la tentazione di copiare, svela comunque il sondaggio, quasi 6 su 10 studieranno per la maggior parte del tempo.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.