Martedì 3 agosto

Boost, è ancora sciopero: nessuna risposta su stipendi e TFR

Lavoratori e lavoratrici del gruppo tipografico, solo in provincia di Bergamo sono circa 800 i dipendenti dei due stabilimenti, entreranno in sciopero ed effettueranno un presidio a partire delle ore 10 ai tornelli d’ingresso della fabbrica.

Otto ore di sciopero per tutti i turni della giornata di martedì 3 agosto. Così,  hanno deciso, dal momento che nella vertenza Boost non si trovano sbocchi e la direzione del gruppo non ha fornito alcuna garanzia sul pagamento degli stipendi di giugno (a cui si va ad aggiungere luglio), per la copertura dei TFR di oltre 110 lavoratori cessati per prepensionamento negli scorsi mesi, per la continuità dell’attività degli stabilimenti di San Paolo d’Argon, Cenate Sotto, Tolentino all’interno del piano di risanamento sottoscritto a febbraio in sede ministeriale che prevede cassa integrazione straordinaria e prepensionamenti.

Così, lavoratori e lavoratrici del gruppo tipografico, solo in provincia di Bergamo sono circa 800 i dipendenti dei due stabilimenti, entreranno in sciopero ed effettueranno un presidio a partire delle ore 10 ai tornelli d’ingresso della fabbrica.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
leggi anche
Generico luglio 2021
Chiesto il concordato in bianco
Gruppo Boost, l’attività prosegue: confermate le ferie già autorizzate
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI