BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Parcheggio dell’aeroporto, il Comune non guadagna nulla”

Tornano all'attacco gli avvocati Rocco Gargano e Roberto Trussardi di AltraBergamo in merito alla realizzazione del parcheggio a servizio dell'aeroporto. Il Consiglio comunale lunedì sera approverà la variante al piano di governo del territorio per stralciare i 237 mila metri cubi previsti sull'area.

Più informazioni su

Tornano all’attacco gli avvocati Rocco Gargano e Roberto Trussardi di AltraBergamo in merito alla realizzazione del parcheggio a servizio dell’aeroporto. Il Consiglio comunale lunedì sera approverà la variante al piano di governo del territorio per stralciare i 237 mila metri cubi previsti sull’area. “Quel terreno – spiega Gargano – è stato acquistato da Aviostil del Gruppo Percassi a 13 milioni di euro e rivenduto a Sacbo a 25,5 milioni. Percassi ci ha guadagnato. Lo stesso farà la società di gestione dell’aeroporto visto che si prevedono incassi per circa 8 milioni all’anno. Gli unici che ci rimettono sono i cittadini di Bergamo, perché i parcheggi sono previsti come prestazione pubblica, considerati come opera a vantaggio della collettività. I posteggi ci sono già, quindi questa attività imprenditoriale non può essere un servizio imprescindibile e pubblico per l’aeroporto. L’unico scopo a nostro avviso è far guadagnare il privato. Come può il Comune non avere sottoscritto una convenzione? Non si capisce quali siano i benefici per la città. Vogliamo fare tutte le verifiche e valutare un esposto alla Corte dei Conti”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Tuditanus

    Quanto più colpisce in questa vicenda é il silenzio/assenso dei cosiddetti ambientalisti a questo scempio ecologico proprio di fianco a casa.

    1. Scritto da ambientalista!

      e certo, l’importante è accusare qualcuno di qualche cosa! gli “ambientalisti” (che comunque sono normali cittadini che cercano di svolgere un’azione sociale in cui credono, non un ordine professionale) hanno fatto le osservazioni nei tempi richiesti e sono state respinte, come tutte le altre. Ma se invece dobbiamo incatenarci alle ruspe, faccelo sapere