BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Quattroerre, bollicine pronte per i 30 anni di attivit??

L'azienda di Torre de' Roveri che produce e commercia vini e birra - creata dai quattro fratelli Rota - a gennaio festegger?? trent'anni di presenza sul mercato.

Più informazioni su

Una vigilia porta sempre con sé molte attese. La vigilia per l’anniversario dei 30 anni di attività che la Quattroerre Srl di Torre de’ Roveri si appresta a festeggiare nel 2012 è ricca di progetti. Primo fra tutti il restyling della sede in via Marconi quindi una serie di appuntamenti con focus dedicati al vino ed alla birra per i clienti.
A dar vita a questa società sono stati i quattro fratelli Rota, da qui l’acronimo che dà il nome all’azienda 4R, Maurizio, 51 ani, Gianpietro 49, Enrico 43 e Luca 41. A spingerli è la passione e l’attività del padre Dino che gestiva una fiaschetteria a Seriate.
“Il 14 gennaio del 1982 Maurizio e Pietro danno vita alla Quattroerre con sede a Torre de’ Roveri – racconta Enrico –. L’idea era di creare una società che commerciasse vino completamente dedicata agli esercizi pubblici”.
I futuri tre decenni sono scanditi da tappe significative come l’utilizzo di contenitori in acciaio inox per la confezione di vini destinati al consumo diretto, una novità introdotta nel 1985 e che ribalta le prospettive di vendita e di servizio per gli esercizi commerciali. Pochi anni più tardi la Quattroerre decide di ampliare l’offerta con l’importazione di birra, in particolare dal mercato tedesco. “Con una regola di fondo ben precisa: proporre il meglio della produzione tedesca – aggiunge Enrico –. In Germania la produzione di birra è legata alle falde acquifere, infatti il 90/92% della birra è composto di acqua, per questo i tedeschi hanno realizzato i maggiori centri di produzione proprio vicino a sorgenti per poi produrre una birra di qualità superiore”.
Vino e birra continuano a vivacizzare la storia della Quattroerre che nel 1995 crea l’etichetta Villa Domizia. Più che un punto di partenza un approdo dopo alcuni anni di ricerche ed investimenti. “Noi non siamo produttori – affermano i quattro fratelli Rota – ma volevamo creare una linea di vini lombardi che riuscisse ad interpretare al meglio il desiderio di rivalutare i vini del territorio”.
Villa Domizia produce due linee di vino: la prima, più classica, raggruppa i Valcalepio Bianco, Rosso e Riserva. La seconda, innovativa e moderna, riunisce i vini bergamaschi ad indicazione geografica tipica. È il 1998 quando i fratelli Rota decidono di aprire a Seriate il primo centro di formazione.
“Un centro che ci ha riservato particolari soddisfazioni e diverse collaborazione sia con la scuola alberghiera di San Pellegrino che di Nembro – osserva Enrico Rota –. Crediamo, oggi più che mai, che la professionalità e la qualità siano le caratteristiche vincenti per proporsi e vincere sul mercato”.
Il centro di formazione, dopo la stagione felice di Seriate, è stato aggregato al complesso di Torre de’ Roveri in una struttura che si sviluppa su un’area di oltre 400 metri quadrati, il dieci per cento dell’intero complesso aziendale che è di 4.000 metri quadrati. La storia più recente vede passare la staffetta dalla birra al vino e viceversa. Nel 2008 nasce l’etichetta “Birrificio nazionale” che produce la Cuvèe Millesimata, una birra artigianale italiana rifermentata.
“È una birra artigiana chiara concepita con un’esclusiva ricetta elaborata da noi e prodotta in un micro birrificio locale – affermano i fratelli Rota –. Si tratta di un progetto importante, studiato da tempo, perché ritenevamo che nel nostro importante paniere brassicolo ci fosse una birra che rappresentasse la nostra cultura. La prima cotta ha prodotto 12mila bottiglie, ma il mercato ha premiato questa novità ed oggi la produzione è di 36mila bottiglie”. Tra gli appuntamenti recenti sono stati annotati i due focus per gli operatori professionali: il focus birra e il focus vino. L’ultimo in programma, proposto nei giorni scorsi, ha permesso di apprezzare lo Zerotre Rosé ed il Brut Villa Domizia prodotti dalla Quattroerre. E in cantina si stanno già preparando altre bottiglie, pronte da stappare per festeggiare i trent’anni di attività per un’azienda che nel 2010 ha fatturato 7 milioni e 67mila euro e conta 38 dipendenti.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.