BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rifiuti, c’?? l’accordo Provincia-Rea Nessun rincaro fino a dicembre

Nel 2011 oltre 200 Comuni bergamaschi non pagheranno un euro in pi?? rispetto al passato per far smaltire i rifiuti. Si attendono per?? notizie sulla nuova convenzione, valida dal 2012 al 2026.

Più informazioni su

La Provincia di Bergamo ha comunicato "di aver siglato con la Rea di Dalmine la nuova convenzione per la termovalorizzazione dei rifiuti solidi urbani provinciali, convenzione che mantiene inalterata l’attuale tariffa fino al 31 dicembre 2011 e fissa la nuova fino al 31 dicembre 2026".
E’ così scongiurato il rischio che per il 2011 gli oltre 200 Comuni bergamaschi che portano rifiuti alla Rea dovessero pagare una tariffa con un rincaro del 67% rispetto agli anni precedenti. Fino al 31 dicembre di quest’anno i costi di smaltimento resteranno invariati.
"L’accordo – prosegue un comunicato stampa della Provincia – è frutto di numerose sessioni di incontri tra provincia e Rea Dalmine necessarie al fine di raggiungere una soluzione, la più vantaggiosa possibile per i Comuni bergamaschi per quanto riguarda la tariffa provinciale di smaltimento dei rifiuti".
“La nuova tariffa fissa con certezza il costo futuro ed evita eventuali controversie con la società che, in questo frangente ha dimostrato grande disponibilità e leale collaborazione”, ha sottolineato il presidente Ettore Pirovano. Nuova tariffa, appunto, quella che il presidente Pirovano sta comunicando in via Tasso alle commissioni consiliari riunite, nel pomeriggio di lunedì 10 ottobre: sarà un tariffario valido dal 2012 fino al 2026.
Soddisfazione è stata espressa anche da Rea Dalmine
che, con l’accordo sottoscritto oggi ha visto nuovamente confermato il ruolo centrale svolto, oramai dai dieci anni, dall’impianto di Dalmine al servizio dei comuni bergamaschi.

Qui puoi leggere l’aggiornamento
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da proprio tutti contenti?

    Contenta la provincia e contenta la Rea. Forse meno i cittadini a cui arriverà un bel +30% per lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati. Alternative?

  2. Scritto da luciano015

    L’alternativa è che la politica la smetta di impicciarsi in cose che non la riguardano, e faccia quelle che innvece le competono. Deve cioè fissare le regole (= emissioni atmosferiche accettabili) e vigilare che vengano rispettate. E poi lasciar fare al mercato e alla libera concorrenza. Queste gestioni da amici di merende dove si recitano le stesse parti in commedia (e spesso dagli stessi attori con maschere diverse) non possono che dare questi risultati.