BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Corsa campestre, al via i giochi studenteschi

Per la prima volta lungo il Parco del Serio verranno disputate le fasi provinciali di corsa campestre dei giochi sportivi studenteschi.

Per la prima volta a Villa di Serio lungo il Parco del Serio verranno disputate le fasi provinciali di corsa campestre dei giochi sportivi studenteschi, in programma giovedì 2 dicembre per 493 studenti di 61 scuole medie (122categoria Ragazze, 124 cat. Ragazzi,  123cat. Cadette, 124 cat. Cadetti) e venerdì 3 dicembre per 523 studenti di 38 istituti superiori bergamaschi (159 categoria allieve,194cat. allievi,76cat. Juniores F,94 cat. Juniores M,2cat. Diversamente Abili).
Il ritrovo di concorrenti e giuria è previsto sempre alle ore 9.30 al Centro sportivo comunale di Villa di Serio. L’inizio delle gare alle ore 10. 
Le fasi provinciali sono promosse dall’Ufficio X di Bergamo (ex Provveditorato agli Studi,
www.istruzione.bergamo.it) dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, attraverso il proprio Ufficio di Coordinamento di Educazione fisica e sportiva (www.educazionefisicabergamo.it), in collaborazione con i Comitati provinciale del Coni, della Fidal (Federazione Italiana Atletica Leggera) con il supporto tecnico delle società sportive del territorio e la collaborazione degli enti locali. 
“La valorizzazione della cultura e della pratica sportiva tra gli studenti assume un alto valore educativo e formativo – sottolinea Luigi Roffia, dirigente dell’Ufficio X di Bergamo dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia -:rappresenta una buona pratica che aiuta i ragazzi anche a rilassarsi e a disporsi meglio verso lo studio, tenendo alti i livelli di concentrazione, migliorando i livelli di rendimento. Lo sport contribuisce a valorizzare le attitudini e le competenze anche di quei ragazzi che magari fanno fatica in altre discipline, rappresenta una carta vincente per promuovere la cultura del rispetto dell’altro, delle regole. E’ veicolo di inclusione sociale e di contrasto alle problematiche legate al disagio giovanile”.
Va sottolineata la bellezza delle gare per la “mescolanza” di atleti agonisti e non, principianti che si avvicinano all’esperienza sportiva agonistica per la prima volta e atleti che invece si cimentano in una disciplina a loro nuova. Tutto questo grazie al lavoro di “avviamento” e agli stimoli che i docenti di educazione fisica svolgono ormai da tempo. “Lo sport è uno degli strumenti più efficaci per aiutare i giovani ad affrontare situazioni che ne favoriscano la crescita – sottolinea la professoressa Simonetta Cavallone, responsabile dell’Ufficio Coordinamento di Educazione fisica e sportiva che fa capo all’Ufficio X di Bergamo dell’Usr Lombardia – E’ una delle preziose occasioni che la scuola offre per stimolare lo studente a trovare le strategie per affrontare e superare le proprie difficoltà sia nell’individualità che in una collettività, in un contesto diverso, di competizione tra compagni, amici e compagni concorrenti (avversari), dove l’aspetto della convivenza e della condivisione vengono vissuti e “sperimentati” direttamente”.
I giochi sportivi studenteschi di corsa campestre edizione 2010-2011 entrano dunque nel vivo, dopo le sei fasi distrettuali che hanno coinvolto circa 2.500 studenti di 86 scuole medie bergamasche.  La partecipazione ai giochi sportivi studenteschi è riservata agli istituti scolastici che hanno costituito il centro sportivo scolastico e al loro interno promuovono le attività sportive individuali o di squadra. A Bergamo hanno costituito il centro sportivo scolastico 66 istituti comprensivi statali, 13 scuole medie paritarie, 37 istituti superiori statali e 6 istituti superiori paritari. In tutta Italia i giochi sportivi studenteschi (Gss) sono promossi dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) in collaborazione con il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (Coni), con le Federazioni Sportive Nazionali (Fsn),il Comitato Italiano Paralimpico (Cip) con le Regioni e gli Enti Locali.
I giochi sportivi studenteschi rappresentano un percorso di avviamento alla pratica sportiva in diverse discipline e sono riservati agli studenti di tutte le scuole medie e superiori, regolarmente iscritti e frequentanti, relativamente all’anno scolastico al quale si riferiscono i giochi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.