BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dopo l’insulto la minoranza unita chiede le dimissioni della presidente del Consiglio

Nonostante le scuse immediate, dopo l'insulto al termine della seduta di lunedì, la minoranza unita chiede le dimissioni della presidente del Consiglio comunale di Bergamo Marzia Marchesi.

Nonostante le scuse immediate, dopo l’insulto al termine della seduta di lunedì, la minoranza unita chiede le dimissioni della presidente del Consiglio comunale di Bergamo Marzia Marchesi.
“Siamo sconcertati e delusi dalla inqualificabile esternazione della Presidente Marchesi, la quale in chiusura di consiglio comunale ha pesantemente insultato i consiglieri di minoranza. Crediamo che dopo un episodio del genere la Presidente Marchesi non possa più esercitare nei confronti delle minoranze quel ruolo di imparzialità e garanzia che le dovrebbe essere proprio: la invitiamo perciò a un gesto di opportunità, rassegnando le dimissioni da un incarico cui non può più adempiere.”

“Più grave ancora è che tali insulti siano arrivati, come dalla Marchesi stessa ammesso, in risposta alle comprensibili lamentele di alcuni consiglieri di minoranza circa le gestione dei lavori consiliari. Ieri sera abbiamo discusso ordini del giorno e interpellanze di mesi fa, e ne sono depositati di ancora più vecchi. Gli ordini del giorno della maggioranza vengono invece discussi istantaneamente. Anche molte interrogazioni scritte ricevono risposta ampiamente oltre i termini previsti dal regolamento: così si danneggiano i cittadini. Non riteniamo accettabile una simile gestione e riteniamo perciò incredibile che alle segnalazioni di questo cattivo funzionamento, formulate con rispetto ed educazione, si risponda con gli insulti”.
L’articolo 8 del Regolamento del Consiglio comunale afferma che il Presidente deve difendere le prerogative del Consiglio e dei singoli consiglieri: ieri sera non solo non l’ha fatto, ma ha dimostrato di non poterlo fare più. Come potremo in futuro fidarci dell’imparzialità della Presidente? La ridicola scusa della stanchezza non è accettabile da chi è eletto e riceve uno stipendio molto alto proprio per dirigere il consiglio comunale. Chiediamo con forza alla Presidente Marchesi un gesto di dignità e rispetto verso la carica che ricopre e verso i cittadini: rassegni le dimissioni dal suo incarico”.

Tommaso D’Aloia, capogruppo Forza Italia
Danilo Minuti, capogruppo Lista Tentorio
Alberto Ribolla, capogruppo Lega Nord
Andrea Tremaglia, capogruppo Fratelli d’Italia
Marcello Zenoni, capogruppo Movimento 5 Stelle
Gianfranco Ceci, consigliere Forza Italia
Alessandra Gallone , consigliere Forza Italia
Stefano Benigni, consigliere Forza Italia
Franco Tentorio, consigliere Lista Tentorio
Davide De Rosa, consigliere Lista Tentorio
Luisa Pecce, consigliere Lega Nord
Fabio Gregorelli, consigliere Movimento 5 Stelle

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.