BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

È il tempo delle mele, fresche e gustose Novità al mercato

Sono le mele il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Tra le varietà precoci spicca la Royal Gala, di ottima qualità, con i nuovi arrivi raccolti sui pendii montani delle valli trentine e lombarde.

È il tempo delle mele: sono loro il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. In modo particolare, tra le varietà precoci che possono offrire un ottimo prodotto, spicca la varietà Royal Gala.

Sinora reperibili con provenienza esclusivamente da areali produttivi dislocati su terreni pianeggianti, ora sono disponibili anche raccolte sui pendii montani delle valli trentine e lombarde. Distinte dalla forma tondeggiante, hanno pezzatura media, la buccia rossa con possibili striature gialle, polpa fine succosa, soda e croccante dal sapore dolce e aromatico. Ricche di acqua e vitamine (soprattutto A, B1, B2, C ed E), hanno molte proprietà benefiche per l’organismo, come recita il vecchio adagio “Una mela al giorno leva il medico di torno”. Questo detto popolare ha un fondamento vero: le mele sono alleate della salute: aiutano a combattere inappetenza, stanchezza e nervosismo; facilitano la digestione; proteggono le mucose della bocca e dell’intestino; e rinforzano capelli e unghie. Inoltre, possono contribuire a regolare l’assorbimento degli zuccheri.

Generalmente vengono mangiate crude e, in questo caso, svolgono un’azione astringente mentre, consumate cotte, sono un naturale e ottimo rimedio contro la stitichezza. Ipocaloriche, non mancano di sali minerali e fibre, aiutano a controllare l’appetito aumentando il senso di sazietà. Secondo alcune ricerche, poi, se consumate regolarmente, le mele contribuirebbero a combattere l’asma, ad abbassare il colesterolo cosiddetto “cattivo” e ad aumentare quello buono, concorrendo a ridurre il rischio di cardiopatie, ma sarebbero anche preziose nella prevenzione di ictus e tumori. Infine, conterrebbero sostanze utili a prevenire l’insorgere di malattie neurodegenerative come l’Alzheimer ed il morbo di Parkinson.

In cucina possono essere consumate semplicemente al naturale, oppure cotte, ma vengono adoperate anche per svariate preparazioni: dalle classiche torte a dolci tipici, come strudel e frittelle, passando per mele caramellate, macedonie, marmellate, succhi, liquori e creme. Possono essere usate anche nelle pietanze salate: vengono ampiamente utilizzate nella composizione di insalate miste, nei ripieni di pasta fresca, nel risotto o nelle minestre e zuppe. Ancora, secondi piatti, per accompagnare carne a base di curry, come pollo e maiale, e sono spesso accostate al fegato.

Un consiglio: al momento dell’acquisto, bisogna fare attenzione che risultino ben sode e non presentino avvallamenti e non cedano facilmente con la semplice pressione delle dita. La buccia deve essere brillante, asciutta e senza tagli, mentre il picciolo ben saldo al frutto.

In ambito extraculinario, per concludere, le mele sono adoperate nella cosmesi, per preparare maschere di bellezza per rassodare e idratare la pelle.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo orobico, si nota l’arrivo di prodotti tipici dell’autunno. Fanno bella mostra di se, sui banchi di fruttivendoli e ambulanti: castagne, melograni, miyakawa (varietà di mandarini di colore verde con origini orientali) e funghi porcini. Accanto ai nuovi arrivi, rimane buona la richiesta dell’uva da tavola, con molte varietà che possono soddisfare le esigenze di ogni consumatore e una qualità che nella massa rappresenta il massimo della stagione. Si raccolgono, poi, gli ultimi fichi della stagione, forse meno belli e caratteristici, ma comunque molto buoni, mentre prosegue con numeri piuttosto rilevanti l’offerta di pesche e nettarine raccolte in Sicilia, ed è in costante e rilevante aumento la disponibilità di pere.

Intanto, inizia la stagione dell’offerta dell’uva da vino: bancali e bancali di uva selezionata con un buon grado zuccherino, ottima per essere tagliata e spremuta assieme al raccolto delle vigne. Per le verdure rientra in valori accettabili la quotazione del cavolfiore bianco, è buona la richiesta di mercato di bietole da costa e da foglia (erbette) soprattutto se di produzione locale, mentre rimangono piuttosto rilevanti le quotazioni di indivia riccia e scarola e radicchi rossi. Per le indivie la prossima settimana non è escluso il verificarsi di un vuoto produttivo che potrebbe momentaneamente azzerare l’offerta del prodotto. Infine, è in rialzo il valore di mercato dei peperoni, soprattutto quelli con origine estera, pare cronicizzarsi la carenza d’offerta di alcune varietà di pomodori, specialmente cuore di bue, mentre è in decisa e continua flessione il valore delle zucchine nazionali.

La ricetta della settimana a cura delle nostre AmicheSciroppate

Torta di mele con farina di farro (senza lattosio)

INGREDIENTI (Utilizzate il vasetto dello yogurt come unitá di misura)

2 grosse mele Royal Gala

2 vasetti di yogurt di soia

2 uova

1 vasetto e 1/2 di zucchero di canna

1/2 vasetto di olio di semi di girasole

1 bustina di lievito per dolci

scorza di un limone (oppure una fialetta di aromi per dolci al limone) 

succo di un limone

3 vasetti di farina di farro

un pizzico di sale

mandorle in scaglie e perline per decorare

PROCEDIMENTO 

Sbucciate le mele, tagliatele a fettine sottili e mettetele in una ciotola con il succo di un limone in modo tale che non anneriscano.

In un’altra ciotola mixate gli ingredienti in questo ordine: uova, yogurt,olio,zucchero,scorza di limone,pizzico di sale,farina di farro e per ultimo il lievito.

Ora prendete una tortiera, ungetela ed infarinatela.

Versatevi il composto e con le fettine di mele cercate di creare delle roselline inserendole per metá nell’impasto.

Aggiungete le mandorle a scaglie e le perline per decorare la vostra torta.

Cuocete in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 40/45 minuti circa.

Fate sempre la prova dello stecchino, solo quando uscirà perfettamente asciutto dalla torta sarà pronta!

Servitela tiepida o fredda accompagnata da una bella tazza di tè fumante!

Non riuscirete più a farne a meno!

Buona torta a tutti!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.