BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

PalaNorda e giovanili: sempre più problemi per la Bergamo Basket

Il Comune di Bergamo risponde al club cittadino invitandolo a pagare gli affitti arretrati dell'Italcementi mentre il progetto dei settori giovanili uniti rischia di saltare: dopo l'Excelsior (club capofila dell'iniziativa) addio vicino anche da parte dell'Azzanese Basket. E il presidente Lentsch pensa di lasciare tutto.

Più informazioni su

Tra gli affitti arretrati da pagare, il PalaNorda non concesso e il progetto sui settori giovanili ormai quasi fallito, per la Bergamo Basket 2014 di Massimo Lentsch sono tempi duri, anzi durissimi. E l’ipotesi lanciata dallo stesso Lentsch di abbassare la saracinesca sull’ambizioso progetto di riportare il grande basket a Bergamo, a soli 12 mesi dalla nascita del nuovo sodalizio cittadino, è tutt’altro che remota e campata per aria. Colpa – se così si può dire – dei tanti guai arrivati sul groppone del club giallonero nelle ultime settimane: prima la richiesta del palazzetto di Bergamo che aveva fatto storcere il naso a più di una persona in Comune, poi le fatture presentate da Palazzo Frizzoni per gli affitti arretrati della palestra Italcementi non pagati nell’ultima stagione cestistica e infine, come la classica ciliegina sulla torta, la porta sbattuta dalle società più importanti coinvolte un anno fa per l’unificazione dei migliori settori giovanili della Bergamasca per un progetto, quello targato BB14, che poteva fare invidia ai club più blasonati d’Italia e che invece sembra ormai naufragato.

Eppure, solo due settimane fa, il patron della Co.Mark annunciava in pompa magna le ambizioni per la prossima stagione: "Volare in A2 senza se e senza ma". Peccato però che ad oggi, 14 luglio 2015, al club cittadino manchi ancora un palazzetto per la gare interne. “La Bergamo Basket 2014 – commenta Loredana Poli, assessore allo Sport dell’amministrazione Gori – ha un debito nei confronti di Bergamo Infrastrutture di 29.796 euro (più interessi) per il mancato pagamento degli affitti della palestra Italcementi, utilizzata per tutta la stagione 2014-15 per allenamenti e gare ufficiali: abbiamo dimostrato grande disponibilità nei confronti di Lentsch e della società che rappresenta, facendo più di una proposta per riuscire ad arrivare ad una soluzione e a stabilire un piano per il rientro dell’attuale esposizione economica nei confronti di Bergamo Infrastrutture, dimostrando la volontà di svolgere diversi lavori di manutenzione dell’impianto. Non solo Lentsch ha bocciato ogni tentativo di conciliazione, proponendo il saldo di meno della metà del debito, ma ha rilanciato sull’uso del PalaNorda: una richiesta decisamente tardiva, considerando che le numerose realtà che attualmente si allenano all’interno del Palazzetto (sono almeno cinque) hanno fatto richiesta di utilizzo della struttura molto tempo fa".

"Di fronte a questa richiesta – continua Poli -, il Comune e Bergamo Infrastrutture hanno dato nuovamente disponibilità ad un accordo, impegnandosi all’uso per alcuni incontri del PalaNorda subordinato ale attività delle squadre che hanno confermato l’uso della struttura e agli eventi internazionali già programmati. L’ultimatum di Lentsch – conclude Poli, riferendosi alla provocazione lanciata dal patron della BB14 ("O il Comune mi rispondo o lascio tutto") – è irrispettoso non solo nei confronti della disponibilità del Comune e di Bergamo Infrastrutture a trovare una soluzione, ma anche e soprattutto verso tutte quelle realtà locali che usufruiscono del PalaNorda e, più in generale, che corrispondono correttamente gli affitti delle strutture nelle quali si allenano".

Intanto, come detto, tra i club che un anno fa hanno sottoscritto una collaborazione con la Bergamo Basket per riunire sotto il sodalizio giallonero i migliori settori giovanili della Bergamasca è un fuggi-fuggi generale: "Un anno fa ci siamo seduti al tavolo della Bergamo Basket perché eravamo fortemente interessati al progetto che ci era stato proposto – spiega Roberto Cesani, responsabile della Excelsior Pallacanestro Bergamo -, ma ora i presupposti per questa collaborazione non ci sono più: a noi interessano soprattutto i settori giovanili, ad altri solo la prima squadra. Abbiamo deciso di uscire dal progetto perché il rapporto fiduciario è ormai venuto a mancare. Continueremo, per conto nostro, il lavoro con i 400 giovani atleti che gestiamo ogni anno. Cosa è mancato in questi 12 mesi con la Bergamo Basket? Direi la giusta valorizzazione del lavoro che è stato fatto, visto che gli obiettivi tecnici tracciati un anno fa sono stati ampiamente raggiunti. Probabilmente chi ha messo in piedi questa collaborazione non aveva idea di cosa significasse coinvolgere così tanti club".

Ora capofila del progetto è la Virtus Isola Terno di Maurizio Giacometti: "Noi e la Bergamo Basket abbiamo fatto di tutto per far sì che la collaborazione con gli altri club andasse avanti – commenta Giacometti -. Ora aspettiamo di capire chi resterà nel progetto oltre a Torre Boldone e Villaggio degli Sposi, che ci hanno già dato il loro ok".

Ma da Azzano San Paolo non arrivano buone notizie per la BB14 di Lentsch: dopo l’Excelsior anche l’Azzanese Basket è pronta a dire addio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da CARLO

    Ma questi sono così convinti di volere il palanorda che hanno un pubblico di 100 persone piu altre 150 obbligate dai dirigenti della basket 14 ad assistere alle partite. mah

  2. Scritto da Gina

    Con quel rudere di palazzetto che ci ritroviamo, che squadra volete di basket in questa città fantasma, dove non esistono nemmeno i bus cittadini, prima delle 7.00 e dopo le 20.30, nemmeno per andare in Centri di Emergenza

  3. Scritto da beppe

    ma siete mai entrati all’italcementi?d’inverno ci saranno 30 gradi e a maggio-giugno è praticamente impossibile stare all’interno della palestra.se avevano promesso dei lavori dovevano farli,punto!
    fa bene a fare casino,le istituzioni sono sempre pronte a bastonarti e mai ad aiutarti.
    detto questo spero che non lasci andare tutto,si stava creando qualcosa di bello a Bergamo per il basket….

  4. Scritto da Matteo

    Non sono un grande sportivo, anzi. Nell’ultimo anno ho però accompagnato mio figlio di 6 anni ad assistere agli incontri della Bergamo Basket. E’ stata una piacevole esperienza. Mio figlio ha il poster della squadra in camera sua, è il suo esempio e modello. Sarebbe davvero un peccato che un sodalizio come la Bergamo Basket chiudesse. Un clima sano e piacevole, uno staff di gran qualità. Forse Bergamo non merita tutto questo… In ogni caso complimenti a tutta la Bergamo Basket!

    1. Scritto da andrea

      Se vuole assistere ad un basket di alto livello in un bellissimo palasport, mi permetto di segnalare a Treviglio la BluBasket, la più titolata delle squadre bergamasche militante in serie A2

      1. Scritto da The ripper

        Il Basket a Bergamo è stato sempre rappresentato dal glorioso Celana, società che è stata lasciata miseramente fallire qualche anno fa nell’indifferenza di una città tra le più ricche d’Italia (anche a livello industriale) e che ha occhi solamente per uno sport, che ovviamente non è il basket. Basti vedere le condizioni in cui si presenta il palazzetto, il Comune ha anche il coraggio di chiedere un affitto per quel vetusto rudere?

  5. Scritto da Giampaolo Rosa

    Il basket è uno sport troppo…intelligente rispetto al calcio ! Per questo,a Bergamo esiste solo l’Atalanta! Da sempre!

    1. Scritto da beppe

      invece il tuo commento è intelligentissimo….bravo….