BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alla Festa in rosso di Seriate incontro con Moni Ovadia

Martedì 30 giugno alla Festa in rosso di Seriate è in programma un incontro con Moni Ovadia. Ad intervistarlo, sui temi di attualità, sarà Matteo Pucciarelli, giornalista de "La Repubblica" e blogger su "MicroMega".

Più informazioni su

Moni Ovadia arriva alla Festa in rosso di Seriate.

L‘appuntamento con l’attore teatrale, drammaturgo, scrittore, compositore e cantante italiano della cultura yiddish è in programma martedì 30 giugno alle 21, in via Pastrengo. Ad intervistarlo, sui temi di attualità, sarà Matteo Pucciarelli, giornalista de "La Repubblica" e blogger su "MicroMega".

Eclettico uomo di spettacolo ma anche impegnato, Salomone Ovadia, detto Moni (Plovdiv, 16 aprile 1946), è un attore teatrale, drammaturgo, scrittore, compositore e cantante italiano. Alle Elezioni europee del 2014 è sceso in campo direttamente candidandosi per L’Altra Europa con Tsipras; a seguito della consultazione elettorale del 25 maggio è stato eletto al Parlamento Europeo nella Circoscrizione Italia nord-occidentale (che raccoglie i collegi di Piemonte, Lombardia, Liguria e Valle d’Aosta). Con 33.478 è il primo nella Circoscrizione Nord-Ovest per la Lista Tsipras (di cui vengono eletti alle Europee 2014 anche Barbara Spinelli ed Eleonora Forenza) ma rinuncia al seggio, come annunciato fin dall’inizio, in favore del primo dei non eletti della sua circoscrizione: il capolista nel Nord-Ovest Curzio Maltese.

La Festa in rosso a Seriate, poi, proseguirà fino a domenica 5 luglio, con un calendario ricco di appuntamenti.

In cartellone, giovedì 2 luglio alle 21, c’è il dibattito "Politica e migrazioni", con  Edda Pando Juarez, del comitato immigrati in Italia/associazione Todo Cambia; Eugenio Torrese, sociologo e direttore dell’agenzia per l’integrazione; Rosangela Pesenti, del coordinamento nazionale Udi – Unione Donne in Italia; e Stefano Galieni: giornalista, responsabile nazionale immigrazione di Rifondazione comunista. Promuove l’incontro il Comitato di Bergamo de “L’altra Europa con Tsipras”.

Invece, venerdì 3 luglio, alle 18.30, viene proposto un confronto sul tema “Nuovo antifascismo contro razzismo e nuove destre”. Prenderanno parte al dibattito Saverio Ferrari, dell’Osservatorio milanese sulle nuove destre; Matteo Cefis (Ribelli della Montagna) e un rappresentante dell’Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) di Bergamo.

Il giorno seguente, sabato 4 luglio, sempre alle 18.30, quindi, si parlerà ancora di "Syriza, Podemos e della possibilità/necessità dell’alternativa, in Italia e in Europa", con un dibattito cui interverranno Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista; Marco Revelli, uno dei portavoce de “L’Altra Europa con Tsipras”; e Vicenzo Vita, già parlamentare del Partito Democratico.

Infine, domenica 5 luglio, il mattino e il pomeriggio saranno dedicati al convegno “Eurosolidarity: per un coordinamento europeo delle pratiche mutualistiche”, per fare il punto sulle pratiche di solidarietà attiva e per lanciare il progetto di rete nazionale di autorganizzazione per le lotte su casa, caroviveri e diritti. Interverranno esponenti e militanti che in varie parti d’Italia e d’Europa hanno dato vita a esperienze di lotta/solidarietà. Per concludere, sempre domenica 5 luglio, alle 18.45, a conclusione della festa, ci sarà il comizio di Paolo Ferrero (segretario nazionale di Rifondazione), con i contributi di Antonello Patta (segretario regionale Rifondazione comunista Lombardia), Francesco Macario (segretario federazione di Bergamo) ed Ezio Locatelli (segretario della federazione di Torino).

Per avere ulteriori informazioni e per consultare il programma dettagliato è possibile consultare il link http://www.prcbergamo.it/2015/06/17/24-06-05-07-15-seriate-bg-festa-in- rosso-regionale/

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da tnopras

    Moni Ovadia, lo stereotipo dell’intellettuale radical chic di sinistra.. tutta gente brava a predicare e basta.
    Vogliono promuovere l’integrazione in un paese disintegrato per colpa di molti (e anche loro), ma alla fine loro che si fanno paladini degli ultimi, da questi, sono lontani anni luce.. dai palchi delle feste dell’unità, alle periferie delle grandi città o dei paesi con le fabbriche chiuse c’è una bella differenza..