BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tragedia in Sud Africa, lutto nel cast de “Il Trono di Spade”

Al Lion Park di Johannesburg l’editor del Trono di Spade, Katharine Chappell, è stata sbranata da una leonessa.

Più informazioni su

Il Lion Park di Johannesburg, in Sud Africa, è un’attrazione nota a i turisti, che possono attraversare il parco con le loro auto in mezzo ai leoni che girano liberamente. Le regole sono chiare per tutti: non scendere dal proprio mezzo e non abbassare i finestrini. Avvertenze che non tutti seguono poiché ogni anno, almeno un turista viene sbranato. Questa volta è capitato a Katherine Chappell, editor degli effetti speciali della serie tv “il Trono di spade” ma anche di Captain America, Winter Soldier e Godzilla. La ventinovenne, durante un safari in Sud Africa, ha abbassato il finestrino della sua auto ed è stata aggredita e sbranata da una leonessa. Il terribile momento è stato immortalato da un turista, Ben Govender, con la macchina fotografica: “Il Suv davanti al nostro si è fermato vicino ad una coppia di leoni, guidatore e passeggero hanno abbassato il finestrino per fare delle foto: il leone non è sembrato molto interessato e lì per lì neanche la leonessa si è mostrata infastidita. Poi, dopo essersi alzata molto lentamente, si è stirata e, senza nessun preavviso, ha messo le zampe sul finestrino dell’auto. All’inizio sembrava un bellissimo scatto, quello di un leone ‘affacciato’ al finestrino, il momento in cui un essere umano è faccia a faccia con uno dei più feroci animali della terra: ma nel giro di pochi secondi, abbiamo visto il conducente che si sporgeva sul sedile del passeggero e che prendeva a pugni la leonessa, ma questa era troppo potente. È stato tutto molto veloce ed è finito nel giro di un paio di minuti, tutto quello che abbiamo potuto fare è stato suonare il clacson per chiedere aiuto ”. L’immagine diffusa in rete mostra l’animale mentre poggia le zampe sul lato della vettura e sbircia, nel giro di pochi secondi, ha azzannato al collo la ragazza uccidendola all’istante . Ben Govender aggiunge “é stato terrificante. Dopo il primo morso la leonessa si è ritirata dalla macchina con la bocca insanguinata”. Ad assistere alla scena anche la guida turistica, Pierre Potgieter di 66 anni che ha avuto un infarto provocato dallo spavento e dal tentativo di salvare la vittima.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.