Quantcast
Ultras, nella notte scritte minacciose sui muri della città - Foto, Photogallery

Ultras, nella notte scritte minacciose sui muri della città

1 di 8

Non rinominare o cancellare

“Claudio libero”, “Il fatto non sussiste”, ma soprattutto “Morte al questore”. Sono alcune delle frasi realizzate nella notte venerdì 11 e sabato 12 gennaio sui muri del sottopasso del rondò delle Valli di Bergamo, poche ore dopo l’assoluzione di Claudio Galimberti.

leggi anche
Scritte ultrà questore bocia
Bergamo
“Claudio libero”, “Morte al questore”: gravi scritte ultrà dopo l’assoluzione del Bocia

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI