Chignolo, il campo in cui venne ritrovata Yara - Foto, Photogallery

Chignolo, il campo in cui venne ritrovata Yara

6 di 20

Chignolo, il luogo del ritrovamento di Yara

É il 26 febbraio 2011, sette anni fa. Un sabato pomeriggio come tanti per Ilario Scotti, un 40enne di Brembate appassionato di aeroplanini telecomandati. Intorno alle 14 l’uomo si reca in una zona isolata di Chignolo d’Isola, in località Bedeschi, per far volare uno dei suoi apparecchi. L’aeroplanino cade in mezzo a un campo, e quando Scotti lo raggiunge per recuperarlo nota qualcosa tra le erbacce. “Da come era ridotto, sembrava un sacco dell’immondizia”, dirà poi ancora scosso nella sua deposizione al processo, tre anni dopo. Invece, quello, è il cadavere di Yara Gambirasio.

leggi anche
  • A roma
    Caso Yara, oggi ultima speranza per Bossetti: carcere a vita o nuovo processo?
    Massimo Bossetti
  • L'anniversario
    Yara, 8 anni fa il ritrovamento nel campo di Chignolo d’Isola
    Chignolo, il luogo del ritrovamento di Yara
  • A chignolo d'isola
    Sette anni dopo, la ricostruzione del ritrovamento del corpo di Yara
    Chignolo, il luogo del ritrovamento di Yara

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it