Autotrapianto monofollicolare dei capelli

1 di 4

L’intervento del chirurgo estetico consiste nel prelevare dalla regione posteriore del cuoio capelluto un importante unità di follicolari mono bulbari (costituiti dalla radice e da un paio di millimetri di fusto e che non risentono del suddetto ormone), che successivamente saranno trapiantati nelle regioni anteriori della testa, ovvero quelle che hanno subito il maggior diradamento

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI