BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...
Luna e Gnac Teatro

Rassegna di spettacoli per i 10 anni di Luna e Gnac Teatro

30/11 » 28/03/20

EVENTO A PAGAMENTO
, :

Buon compleanno a Luna e Gnac! La compagnia teatrale formata da Federica Molteni e Michele Eynard compie 10 anni, precisamente i suoi primi dieci anni.

“Era il 2009 quando Luna e GNAC debuttò con la sua prima produzione ufficiale: “Il giorno prima dell’inizio del mondo” – racconta Michele Eynard -. Veramente ci conoscevamo già da più di un decennio, avevamo anche già lavorato insieme in altri spettacoli della compagnia Erbamil e ne avevamo perfino creato uno tutto nostro; ma la scelta del nome e la decisione di diventare un nucleo artistico autonomo nacque proprio nel 2009”.

Un cammino importante, una storia di teatro e di amicizia, un percorso ricco di spettacoli, precisamente 15. Titoli apprezzati ed anche premiati: da quelli dedicati all’infanzia come “Moztri!” a quelli che parlano della Storia con la “s” maiuscola come “Parole in trincea”, passando per temi contemporanei come la mobilità sostenibile su due ruote in “Fiatone. Io e la bicicletta” e raccontando vicende di uomini e donne che hanno lasciato un segno come la vicenda sportiva e umana di un grande campione di ciclismo italiano: “Gino Bartali – Eroe Silenzioso”, spettacolo che ha girato tutta Italia, superando le 160 repliche, e che ha fatto tappa anche in Svizzera al prestigioso Festival internazionale di narrazione ad Arzo e il prossimo 10 novembre sarà ospite dall’Istituto di Cultura Italiana di Vienna, in collaborazione con la Comunità Ebraica di Vienna, in occasione della commemorazione della “Notte dei Cristalli”.

Per festeggiare questa felice ricorrenza, la compagnia ha pensato di celebrarlo insieme al pubblico attraverso una rassegna con alcuni dei suoi lavori più noti: “Moztri! Inno all’infanzia”, “Fiatone. Io e la bicicletta”, “Parole in trincea”.
Ad arricchire la proposta ci sarà un debutto nazionale: Un altro giro di pedale-Bartali e il dopoguerra”, un titolo che prosegue la storia del celebre ciclista toscano. Insieme a “Ginetaccio” si potrà conoscere l’Italia del dopoguerra, la ricostruzione, il voto alle donne, l’Italia repubblicana e la nascita della Costituzione ed anche la rivalità con Fausto Coppi.

A completare la rassegna sarà “Affoga nel mio corpo, non nel mare”, uno spettacolo ospite firmato da due drammaturghe bergamasche che collaborano con la compagnia, ossia Silvia Briozzo e Carmen Pellegrinelli, quest’ultima anche regista di diversi titoli di Luna e Gnac.

Un totale di cinque appuntamenti, in doppia replica alle 18,30 e alle 21,15, proposti all’auditorium comunale Gritti di Ranica, che oggi è la loro casa, dal 1° novembre 2019 al 28 marzo 2020.

Chi assisterà alla seconda replica, sarà salutato con delle letture della buona notte dedicate alla luna.

Ingressi: biglietto intero 10€; biglietto ridotto 5€, fino a 25 anni e sopra i 65 anni e residenti a Ranica; apertura biglietteria ore 18; prenotazioni e informazioni distribuzione@lunaegnac.com

“A dieci anni di distanza – conclude Eynard – vogliamo offrire al nostro pubblico un’occasione per vedere o rivedere alcuni dei lavori nostri e di altri artisti che ci hanno affiancati e accompagnati in questo viaggio. Invitiamo gli spettatori a passare qualche serata con noi, per assistere ad uno spettacolo e condividere un pezzetto del cammino che da qui in poi prosegue”.

Ecco il calendario:

Venerdì 1 novembre
Moztri! Inno all’infanzia.
Con Michele Eynard e Federica Molteni
Scenografie di Enzo Mologni
Regia di Carmen Pellegrinelli

Spettacolo del 2015, una delle nostre produzioni per ragazzi più fortunate e più trasversali, con più di 150 repliche all’attivo e la capacità di parlare a platee di ogni età. 

Festival LUGLIO BAMBINO 2019- Premio della Critica e dei Bambini
NEXT- Regione Lombardia 2017/ Laboratorio delle Ide
Selezione IN-BOX VERDE 2017
Selezione ARRIVANO DAL MARE 2015 

La storia di Tobia: un bambino di poche parole, che ama stare solo e ama disegnare mostri. Ma anche la storia dei suoi genitori, Cinzia e Augusto, che si disperano per il fatto di avere un figlio così difficile. Tobia è un bambino che non riesce a concentrarsi, che fatica a prendersi delle responsabilità e che vive delle sue fantasie. Un bambino con un “punteggio basso”, secondo gli standard educativi della maestra Antonella. Ma Tobia è anche un bambino ricco di risorse che, attraverso i suoi disegni, ci apre le porte del suo mondo interiore e ci mostra la meraviglia del suo immaginario. Riuscirà Tobia a farsi capire dai grandi? Ci sono adulti che hanno voglia di ascoltare i sogni delle bambine e dei bambini? E come sarebbe il nostro mostro se Tobia ci mettesse una matita in mano?

Sabato 30 novembre

Affoga nel mio corpo, non nel mare
Con Silvia Briozz
Drammaturgia di Silvia Briozzo e Carmen Pellegrinelli
Regia di Carmen Pellegrinelli

Spettacolo del 2017, nato dall’incontro tra le nostre due drammaturghe bergamasche preferite, alle prese con un tema di grande attualità e soprattutto con i propri guazzabugli interiori. 

Premio EXPERIMENTA 2017 

Lo spettacolo nasce dal desiderio di raccontare una storia autobiografica.

Il desiderio di raccontare di una storia d’amore tra persone che appartengono senza mediazioni a culture diverse. Il desiderio di allargare la riflessione al tema del corpo. In questo monologo si incontrano Italia e Senegal. Cosa significa essere una donna italiana che sposa un uomo senegalese e cosa significa essere un uomo senegalese che sposa una donna italiana. I passaggi del testo raccontano il mondo intimo della relazione: la scoperta del corpo dell’altro, la gioia di fare l’amore in modo nuovo, l’intimità del calore nell’atto inaspettato di riconoscersi. Ma si sa, le vicende personali sono parte di una storia più grande: il tema della migrazione, le file in questura per il permesso di soggiorno, il rapporto con i bianchi. Emergono punti di contatto e differenze profonde. Emerge lo stupore della scoperta nell’incontro e la fatica quotidiana di capirsi. Emerge il desiderio di costruire un nuovo immaginario ma anche la paura profonda di non corrispondersi davvero.

Sabato 18 gennaio

Un altro giro di pedale-
Bartali e il dopoguerra
Con Federica Molteni
Regia di Carmen Pellegrinelli

DEBUTTO NAZIONALE

Con la storia di Bartali, dal 2016 abbiamo girato tutta l’Italia, con qualche capatina pure all’estero, in Austria e in Svizzera.

Non una semplice storia di ciclismo, ma la storia dell’Italia, del fascismo e della Resistenza. In bicicletta

Con questo nuovo capitolo, Bartali prosegue il suo viaggio nell’Italia del dopoguerra. La ricostruzione, il voto alle donne, l’Italia repubblicana e la nascita della Costituzione. Temi importanti, che la bicicletta porta al cuore di tutti, mischiati al sudore delle salite, alle nuove vittorie, a quell’epico Tour del France del 1948 in cui Bartali rimontò 21 minuti dalla maglia gialla.

E ovviamente, a chi ci chiedeva della rivalità con Coppi… eccovi accontentati. Coppi e Bartali, come la salita sta alla bicicletta.

Sabato 29 Febbraio

Fiatone. Io e la bicicletta
Con Michele Eynard e Federica Molteni
Regia di Carmen Pellegrinelli

  1. Questo spettacolo segna l’inizio di un continuativo connubio artistico con Carmen Pellegrinelli, che in verità aveva avuto un incipit già nel 2011, con lo spettacolo “Carbonara, Risorgimento a fumetti”.

Selezione NEXT- Regione Lombardia 2013/ Laboratorio delle Idee
EuropeanMobility Week 2017/2016/2015

Italo è un normale automobilista urbano che per un incredibile scherzo del destino si ritrova preclusa da un giorno all’altro la possibilità di utilizzare l’automobile.

Che fare? Spostarsi coi mezzi pubblici è un delirio. Ma in cantina è sepolta una vecchia bicicletta…
Uno spettacolo comico che racconta il percorso di formazione di un ciclista urbano, uno che adotta la bicicletta come principale mezzo di trasporto, con qualsiasi tempo e su qualsiasi tragitto, per necessità e poi per scelta, sfidando un tracciato di viabilità pensato solo per il traffico automobilistico, e sfidando una cultura urbana in cui l’auto è data semplicemente per scontata.

I due mondi opposti, quello dell’automobilista e quello del ciclista, vengono a collidere comicamente attraverso le tappe di questa esperienza di cambiamento.
Il Fiatone del titolo lo si ritrova in pieno in uno spettacolo che sposta sul piano del gioco fisico tutti i rivoluzionamenti mentali che il passaggio dall’auto alla bicicletta comporta. Il corpo riscoperto, con le sue fragilità, le sue necessità, la sua fatica e la sua esultanza è il protagonista assoluto di questa storia.

Sabato 28 marzo

Parole in trincea
Con Michele Eynard e Federica Molteni
Drammaturgia e Regia di Carmen Pellegrinelli

Spettacolo del 2018, probabilmente il più doloroso che abbiamo mai fatto, con ancora poche repliche alle spalle ma uno strascico di passione che ogni volta ci vuole una settimana per riprenderci.

Selezione L’ITALIA DEI VISIONARI- Stagione 2019/2020

Una donna, una partigiana ricostruisce in un grande viaggio della memoria la storia della sua famiglia, sconvolta all’inizio del secolo dalla Prima Guerra Mondiale. I protagonisti di quotidiane storie di resistenza all’inizio del secolo tornano a noi, come in una piccola antologia di Spoon River. Il Bepo, l’Alessandro, la Sandra, l’Angelina, Natale, Tullio, Nimis, compongono il quadro corale di una vicenda familiare comune a tanti, in cui tutto fu sacrificato alla decisione interventista di pochi.

Lo spettacolo trae spunto dalla ricerca archivista presso l’archivio storico del Comune di Boltiere. Lettere, documenti, atti che ci aiutano a ricostruire il filo della grande storia attraverso la quotidianità delle vicende personali dei suoi protagonisti.

Un viaggio nella memoria della guerra per non dimenticare una tragedia umana compiuta in nome della retorica nazionalista, che ha cancellato un’intera generazione. Un invito a leggere i segni pericolosi del populismo contemporaneo e a volgerci idealmente e praticamente verso una prospettiva più umana d’inclusione e fratellanza.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!