BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...
Sul bel Danubio blu

Operetta, al Creberg in scena “Sul bel Danubio blu”

16/02/20

EVENTO A PAGAMENTO
:

Attenzione l'evento è già trascorso

Domenica 16 febbraio alle 15.30 al teatro Creberg di Bergamo andrà in scena lo spettacolo “Sul bel Danubio blu”, con musiche di Johann Strauss; adattamento e regia Corrado Abbati; coreografie Cristina Calisi; direzione musicale Marco Fiorini e produzione Inscena srl. L’esibizione rientra nel programma della stagione di Operetta al Creberg Teatro.

Johann Strauss nel suo studio sta componendo. Trova sul suo tavolo un breve scritto. Glielo ha inviato un suo illustre coetaneo e famoso musicista. Legge: “Caro Johann il tuo Sul bel Danubio blu ha un difetto; quale? Il difetto è che non l’ho scritto io!”.
Strauss continua a leggere la posta: è un messaggio che arriva dalla corte imperiale di Vienna: “Sua Maestà l’Imperatore Francesco Giuseppe si onora di nominare il Maestro Johann Strauss Regio Imperiale direttore di musica da ballo di Corte”.
Strauss non è contento, anzi è stizzito!

“Basta, non voglio più essere considerato un compositore di musica leggera, voglio un riscatto, dovranno ricordarmi anche per le mie opere teatrali !”
Canticchia alcune note di quello che diventerò il suo capolavoro…
“Si questa è la strada giusta” si ripete.

Sfoglia un libro, gli si illumina il viso: “si è questo quello che ci vuole: una brillante commedia, una storia che narri una simpatica burla, qualche tradimento e tante occasioni per sorridere…”
Sarà il suo capolavoro!

Gabriel von Eisenstein, ricco gentiluomo di campagna, è stato condannato, per diffamazione, a qualche giorno di prigione.

È ormai pronto per recarsi in carcere quando il suo amico dottor Falke gli porta un invito per la festa che il principe Orlofsky darà la sera stessa.
Eisenstein non ha dubbi: prima la festa e poi a costituirsi.
Rosalinde, sua moglie, rimasta sola, riceve la visita del suo spasimante Alfred che però viene scambiato per il padrone di casa e quindi portato in carcere al suo posto.
Ma questo non sarà l’unico scambio di persona, poiché la festa a casa Orlofsky sarà ricca di qui pro quo preparati ad arte dal dottor Falke, che vuole così vendicarsi di una burla fattagli da Eisenstein quando lo lasciò in strada a passare la notte solo, ubriaco e vestito da Pipistrello. Alla festa arrivano così Adele, la cameriera di Eisenstein, il direttore delle carceri, convinto di avere messo in galera Eisenstein e naturalmente Rosalinde, la moglie di Eisenstein.

Eisenstein, sotto falso nome, e Rosalinde, mascherata da contessa ungherese, si incontrano. Lui non la riconosce e comincia a corteggiarla donandole anche un bellissimo orologio. Ebbri e felici tutti bevono e cantano. All’alba Eisenstein va a costituirsi, ma in prigione il buffo carceriere lo informa che c’è già un Eisenstein in galera.

Eisenstein cerca di capire e quando apprende della “visita” di Alfred a sua moglie si infuria, ma Rosalinde ha buon gioco mostrandogli l’orologio donato da lui alla presunta contessa ungherese.

Le cose si complicano ma sarà “il pipistrello”, cioè il dottor Falke, a dare una spiegazione a tutto?… Quale? …. non togliamo il piacere della scoperta…

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!