Lovere commemora i 13 Martiri - BergamoNews
domenica
20
Dicembre

Lovere commemora i 13 Martiri

domenica
20
Dicembre
  • DOVE
  • ORARIO
  • CONDIVIDI

Domenica 20 dicembre l’associazione nazionale partigiani d’Italia – comitato di zona con sede in Lovere – e il Comune di Lovere, nel 72esimo anniversario della fucilazione ricorderanno i “Tredici Martiri”. Una giornata per non dimenticare il tragico evento accaduto nell’anno 1943 che ha coinvolto: Giulio Buffoli (1902-1943), Salvatore Conti (1922-1943), Andrea Guizzeti (1924-1943), Giacinto Macario (1925-1943), Ivan Piana (1924-1943), Giovanni Vender (1926-1943), Luca Nitckisc (/-1943), Francesco Bezzi (1925-1943), Veraldo Locardi (1920-1943), Vittorio Lorenzini (1921-1943), Giovanni Moioli (1926-1943), Mario Tognetti (1923-1943) e Giuseppe Ravelli (1922-1943) e con loro i caduti loveresi della Resistenza, Piero Caminada, Pietro Ghidini, Francesco Petenzi, Luigi Caroli e Francesco Tarzia.

Il programma prevede: alle 8.30 messa nella chiesa di san Giorgio; alle 9.45 raduno dei partecipanti in piazza 13 Martiri. I rappresentanti delle Amministrazioni e delle Associazioni sono invitati a presenziare con i gonfaloni. Deposizione di corona al monumento dedicato ai 13 Martiri, corteo e sfilata per le vie cittadine con deposizione di corona d’alloro in Piazza 13 Martiri e al monumento di Piazza Vittorio Emanuele II. Arrivo al cimitero alle 11 e deposizione della corona d’alloro al Monumento ai Fratelli Pellegrini e al Monumento dei Tredici Martiri. Intervento del Sindaco di Lovere. Intervento conclusivo a cura di Angelo Bendotti – Vicepresidente dell’Isrec di Bergamo.

Per maggiori informazioni è possibile contattare l’A.N.P.I. di Lovere telefonando al numero 335-7489693 (Presidente: Piergiorgio Buffoli).

segnala il tuo evento gratuitamente +

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it