BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...
Generiche 2017

Giornata mondiale della sindrome feto-alcolica

09/09 » 06/10/17

:

Attenzione l'evento è già trascorso

Il 9 settembre si celebra in tutto il mondo la giornata di informazione sui danni provocati ai bambini dall’assunzione, anche in piccole dosi, di alcol da parte delle donne durante la gravidanza o durante l’allattamento. Oltre 80 organizzazioni in 35 Paesi si uniranno per promuovere la campagna internazionale di sensibilizzazione sulla sindrome alcolica fetale e i disturbi correlati (Fasd).

L’importanza dell’evento risiede soprattutto nei numeri: circa 70 milioni di persone in tutto il

mondo (l’1% della popolazione mondiale) soffrono di disturbi che rientrano nello spettro dei disordini feto-alcolici (Fetal alcohol spectrum disorders, Fasd), come conseguenza dell’esposizione all’alcol durante la vita prenatale, condizione prevenibile al 100% se sostenuta da corretta informazione e supportata da divieto assoluto di alcol.

Ricordando le raccomandazioni dell’Istituto superiore della sanità:

– durante la gravidanza non esistono quantità di alcol che possano essere considerate sicure o prive di rischio per il feto;

– il consumo di qualsiasi bevanda alcolica nuoce al feto senza differenze di tipo o di gradazione;

– l’alcol è una sostanza tossica in grado di passare la placenta e raggiungere il feto alle stesse concentrazioni di quelle della madre;

– il feto non ha la capacità di metabolizzare l’alcol che quindi nuoce direttamente alle cellule cerebrali e ai tessuti degli organi in formazione.

La campagna “Too young to drink” (troppo giovane per bere) prevede 24 ore di informazione mondiale secondo il fuso orario di ogni area geografica.

In Italia il messaggio è veicolato anche dalla campagna lanciata dalla European Fasd Alliance.

Sul territorio di Bergamo, il progetto è stato promosso dall’Asst Papa Giovanni XXIII ed elaborato in collaborazione con Associazione Genitori Atena, Consiglio delle Donne del Comune di Bergamo, Collegio delle Ostetriche di Bergamo, Associazione Italiana Donne Medico – Aidm sezione di Bergamo.

Il progetto, sostenuto anche dal Garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza di Bergamo, prevede alcuni appuntamenti:

sabato 9 settembre di fronte al Comune di Bergamo sarà allestita una postazione per sensibilizzare cittadine e cittadini, per dialogare con la gente e per distribuire materiale informativo in merito alla Sindrome Feto Alcolica (Fasd);

– giovedì 14 settembre lo spazio dedicato sarà allestito nell’Hospital Street dell’Azienda Papa Giovanni XXIII.

In entrambe le date saranno presenti anche professionisti sanitari per offrire approfondimenti o per rispondere alle domande.

– Venerdì 6 ottobre nell’ospedale Papa Giovanni XXIII si terrà un evento formativo dedicato ai professionisti sanitari con il coinvolgimento di medici, infermieri, ostetriche e associazioni sensibili all’argomento.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!