• Abbonati
domenica
24
Aprile
lunedì
25
Aprile

Festa della Liberazione: le iniziative a Bergamo

Evento Terminato

domenica
24
Aprile
lunedì
25
Aprile
  • DOVE
  • CONDIVIDI

Bergamo. Marco Damilano arriva a Bergamo. Il giornalista e scrittore interverrà alla manifestazione che si svolgerà lunedì 25 aprile per festeggiare il 77esimo anniversario della Liberazione dell’Italia dalla tirannide nazi-fascista.

Sarà tra i protagonisti della cerimonia che si svolgerà alle 11.30 in piazza Vittorio Veneto, coordinata da Carlo Salvioni, presidente del Comitato Bergamasco Antifascista.

Per celebrare la ricorrenza sono molte le iniziative organizzate in città dal Comune di Bergamo, dalla Provincia di Bergamo e dal Comitato Bergamasco Antifascista.

Si comincia domenica 24 aprile alle 16, con ritrovo all’ingresso del cimitero civico, dove si formerà il corteo. Tutti insieme, i partecipanti deporranno una corona d’alloro alla nuova tomba dei Partigiani bergamaschi, mentre alle 16.30 al campo dei Caduti per la Libertà verrà celebrata la messa. A seguire, anche qui, saranno depositate delle corone d’alloro.

Lunedì 25 aprile, invece, il primo appuntamento della giornata è alle 8.45 alla rocca, al parco delle Rimembranze, dove si terrà la cerimonia di commemorazione cpn deposizione delle corone d’alloro alle lapidi che ricordano i Caduti per la Libertà, i Caduti nei Campi di Concentramento e al monumento ai Caduti della Divisione Legnano e dell’Esercito di Liberazione Italiano 1943-1945.

Alle 9.30 al piazzale Marconi, nell’area antistante la stazione ferroviaria, è previsto il ritrovo dei partecipanti al corteo, che partirà alle 10.
Il percorso si snoderà lungo viale Papa Giovanni XXIII, via Camozzi, via Pignolo e via Tasso, con arrivo in piazza Vittorio Veneto. In via Camozzi, inoltre, ci sarà un omaggio alla lapide in memoria di Ferruccio dell’Orto.

Alle 11, l’appuntamento è in piazza Vittorio Veneto: alla Torre dei Caduti e al Monumento al Partigiano avrà luogo l’omaggio delle autorità, delle rappresentanze militari e civili, con deposizione delle corone d’alloro. A seguire, verrà omaggiata la targa in memoria delle Donne Partigiane alla Torre dei Caduti.

Sempre in piazza Vittorio Veneto, alle 11.30, si terrà la cerimonia con i saluti istituzionali del sindaco Giorgio Gori e del presidente della Provincia Pasquale Gandolfi. Interverranno Lucia Di Cola (Progetto Adriana “per una toponomastica antifascista”) e Marco Damilano, giornalista e scrittore.
Coordina Carlo Salvioni, presidente del Comitato Bergamasco Antifascista.

Inoltre…

– Dalle 10 alle 18 all’ex carcere di Sant’Agata sarà allestita la mostra Se quei muri, che rievoca la vita di donne e uomini incarcerati all’interno dell’edificio Sant’Agata tra il settembre 1943 e l’aprile/maggio 1945.
L’Ex Carcere di Sant’Agata è stato un luogo a lungo dimenticato situato nel cuore di Città Alta e oggi al centro di un’importante operazione di riqualificazione.
Maggiori informazioni: https://exsa.it/pagina/se-quei-muri/
A cura di Isrec, Comune di Bergamo e Maite.

– Dalle 14.30 alle 18.15 porte aperte a Palazzo Frizzoni, con la possibilità di effettuare visite guidate gratuite (in italiano e lingua straniera).
Per prenotazioni: presidenteconsiglio@comune.bergamo.it
A cura della Presidenza del Consiglio Comunale.

– Dalle 16 alle 17 alla Torre dei Caduti verrà proposto Guerra e pace, percorso guidato per adulti e attività per bambini dai 7 agli 11 anni.
Per informzioni e prenotazioni: www.ticketlandia.com

– Dalle 17 alle 19, ingresso libero e gratuito, a cura del Museo delle Storie di Bergamo.

– Alle 21 all’Auditorium Piazza della Libertà verrò proposta la visione del film Z – L’orgia del potere. Regia di Costa-Gavras con Irene Papas, Jean-Louis Trintignant, Charles Denner, Yves Montand, Pierre Dux, Bernard Fresson. Francia 1969 – durata 126’
Z, medico ed esponente di sinistra, perde la vita in quello che sembra un incidente stradale (ufficialmente investito da un furgoncino) ma che in realtà nasconde un omicidio. Le indagini dell’investigatore incaricato rivelano responsabilità e tentativi di insabbiare le stesse da parte del governo e dalle forze dell’ordine. «Ogni somiglianza con avvenimenti reali, persone morte o vive non è casuale. È volontaria.», si legge nei titoli di testa ed il riferimento è noto: l’assassinio del deputato socialista Grigoris Lambrakis nel Maggio del ‘63 da estremisti di destra. Ben due premi a Cannes e quello al miglior film straniero agli Oscar, Z è un film politico ed impegnato che non rinuncia agli espedienti tecnici e narrativi di un cinema più “spettacolare”, come pochi anni prima aveva fatto Pontecorvo con la storia algerina.
A cura di Lab 809 Film e Bergamo Film Meeting con la collaborazione del Comitato Bergamasco Antifascista

– Dal 22 aprile in città si svolgerà la campagna “Resistenza attraverso le parole di Fenoglio”. In occasione del centenario della nascita di Beppe Fenoglio, viene realizzata una mostra/campagna di manifesti affissi per le vie della città, realizzati da 19 designer ispirati dalle parole tratte da alcuni scritti dell’autore dedicati all’esperienza resistenziale. Un progetto di Isrec, a cura di Dario Carta e Donatella Rota.

Il 29 aprile, infine, alle 20.45 alla sala Mutuo Soccorso il programma delle iniziative organizzate per la festa della Liberazione si concluderà con la presentazione del libro Noi però gli abbiamo fatto le strade, con l’autore Francesco Filippi insieme a Mauro Magistrati e Francesco Mazzuccotelli. Presenta Carla Cordioli.
Ingresso libero.
A cura di Fondazione Gritti Minetti e ANPI Provinciale di Bergamo.

segnala il tuo evento gratuitamente +

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI