Quantcast
Creatività green tra frutti, petali e parole: a Gorle torna "Floreka" - BergamoNews
sabato
21
Maggio
domenica
22
Maggio

Creatività green tra frutti, petali e parole: a Gorle torna “Floreka”

Evento Terminato

sabato
21
Maggio
domenica
22
Maggio
  • DOVE
  • CONDIVIDI

A Gorle torna “Floreka”. La nuova edizione della mostra-mercato dedicata al giardinaggio e alle arti creative rigorosamente in verde si tiene sabato 21 e domenica 22 maggio nel parco del centro culturale in via Marconi, 5, con ingresso gratuito.
La kermesse, promossa dall’associazione Petali e Parole in collaborazione con il Comune di Gorle, quest’anno è dedicata a “Frutti, Petali e Parole“. Il programma propone una due giorni ricca di eventi, tra animi green e creazioni “petalose”.
Fil rouge dell’edizione 2016, la nona targata Floreka, “Il Frutto”, gioia per gli occhi e per il palato, mostrato, raccontato, esaltato attraverso la creatività di tantissimi green-lovers: appassionati ed espositori specializzati metteranno in mostra piante, fiori e produzioni di altissimo livello, coinvolgendo i presenti con corsi, dimostrazioni e assaggi a tema.
Il parco pubblico di Gorle si vestirà a festa con ben 70 stand espositivi, laboratori per i bambini, musica dal vivo, incontri letterari, laboratori di origami, presentazioni di libri e una mostra fotografica. Il tutto, contornato da spazi ristorativi come i punti ristoro e i corner dolci e salati per spuntini buoni e sani.
“Siamo Le Petale, otto amiche innamorate del verde che nove anni fa hanno deciso di dare vita a questa meravigliosa creatura, unica nel suo genere: Floreka. Un appuntamento che è impegno, cura e felicità a suon di piante e fiori. Una ricorrenza speciale per noi e, speriamo, anche per voi, che in tantissimi ci avete chiesto di rinnovare anche quest’anno l’iniziativa. Perché Floreka è una festa per tutti, con tante cose buone e belle da osservare e, perché no, assaggiare. Non a caso, protagonista dell’edizione 2016 è la frutta, con i suoi colori e i suoi sapori straordinari, espressione di tutte le latitudini del mondo, ognuna speciale e unica a suo modo” – ha dichiarato Vera dell’associazione Petali e Parole.
Il calendario è ricco di proposte, a partire, sabato dalle 16 alle 17.30, dall’incontro con lo scrittore, poeta e cercatore di alberi monumentali Tiziano Fratus, da sempre innamorato di alberi, foreste e Terre alte, a cui ha dedicato almeno 20 pubblicazioni tra libri di prosa, poesia e saggi, come “L’Italia è un bosco”, “Il libro delle foreste scolpite” e “Ogni albero è un poeta. Storia di un uomo che cammina nel bosco”.
A seguire, la presentazione dell’e-book “Storia di SuperAlberi alla ricerca dei giganti perduti del Venezuela” di Andrea Maroè, agronomo e pioniere del tree climbing e dell’arboricoltura ornamentale in Italia, desideroso di promuovere e diffondere una corretta cultura e cura dei grandi alberi, che per l’occasione racconterà, in compagnia di altri rappresentanti dei SuperAlberi, Associazione che firma una rubrica settimanale su La Repubblica, entusiasmanti esperienze di viaggi verticali a dorso di alberi.
E ancora: i coinvolgenti laboratori a cura di MoBLArte per i bimbini dai 5 ai 13 anni con “Un libro mercato: una storia di gusto da costruire” (sabato dalle 16 alle 17 e domenica dalle 10,30 alle 11.30 e dalle 16 alle 17) e per i piccolissimi dai 2 ai 4 anni con “Macedonie sensoriali: stare a tavola con-tatto” (sabato dalle 10,30 alle 11.30 e dalle 17.30 alle 18.30; domenica dalle 17.30 alle 18.30) e, sempre domenica, con Cinzia Ester Invernizzi, dai 6 ai 99 anni, il laboratorio di acquerello botanico “Arte in erba” (con turni dalle 11 alle 12.30, dalle 14.30 alle 16, dalle 16.30 alle 18).
Non solo: i più grandi potranno riflettere in compagnia dell’esperto agronomo Giovanni Rigo, collaboratore della Provincia di Bergamo e firma della rivista Vita di Campagna, con l’incontro le “Pillole di teoria – Gestione degli alberi da frutto”, domenica dalle 10 alle 12 dedicato alla gestione e alla cura degli alberi da frutto, corredato dalla visita all’azienda agricola Fior di Frutta, per poi lasciare libero spazio alla creatività, alle 15 sia sabato sia domenica, con il workshop «Fioriture di Carta» di Sabrina e Simona Menni, per creare fiori… dalla carta.
Infine, ampio approfondimento dedicato alla pubblicazione “Flora Urbana”, domenica dalle 15.30 alle 16.30, curata dall’associazione Flora Alpina Bergamasca F.A.B che ha indagato il tema della biodiversità mappando la vegetazione spontanea di Bergamo, indicatore importantissimo dal punto di vista ecologico della salute della città, dello stato del suo paesaggio e della sua capacità di conservazione. Senza dimenticare, gli incontri: “Coltivazione delle rose” a cura di Rose rifiorentissime, lo speciale “Fai rifiorire la tua orchidea” suggerimenti e trucchi per la cura e la rifioritura delle orchidee più comuni a cura di Sala Fiori, “Cura delle piante grasse” con Giorgio Tomio, “Cura, coltivazione e utilizzo delle aromatiche” a cura dell’azienda agricola Grapeggia Florio, “Cura concimazione rinvaso e potatura degli agrumi in vaso” a cura del vivaio Ghellere, l’installazione collettiva “Emanazioni“, i flashmob musicali e i mini intrattenimenti Zen Shiatsu con la Scuola Zen Shiatsu.
Per tutta la durata della manifestazione, all’auditorium, sarà possibile ammirare la mostra personale fotografica “Mystic Light” a cura di Piga&Catalano, con scatti che, ispirati alle nature morte di Caravaggio, riprendono fiori, frutta e cibi. Un tripudio d’arte, natura e cultura, dunque, scandito dalle note dalla band più ecologica d’Italia: i Manzella Quartet, specializzati in musica “ecologica”, eseguita dal vivo con strumenti non convenzionali, ricreati dal gruppo attraverso oggetti di uso domestico reperiti in soffitte, cantine, garage, discariche e officine, mentre sorprese e prelibatezze enogastronomiche accontenteranno tutti i gusti, con numerose realtà del territorio pronte a proporre cibo dai sapori sostenibili, dal pane fatto in caso a centrifughe di mille colori, tra le quali: Spazio Terzo Mondo, Quincy e Michy, Happy break Salad, I Pasticcioni, il Birrificio via Priula ed Enoteca al Ponte.
Durante la due giorni, oltre alle riflessioni dedicate al verde contemporaneo, sarà possibile osservare e acquistare: piante e fiori comuni, poco noti, insoliti, curiosi, essenze rare, bulbi, semi e frutti antichi, piccoli attrezzi per il giardinaggio, arredi e complementi d’arredo per esterni, editoria specializzata in ambiente e natura, manufatti in stoffa a tema floreale, monili a tema floreale, prodotti erboristici, piante officinali e cosmesi naturali e manufatti realizzati con materiali di recupero e riciclo.

segnala il tuo evento gratuitamente +

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI