sabato
20
Febbraio
giovedì
31
Marzo

“Capitali umani”, a Mozzo mostra fotografica di Matteo Zanardi sul volontariato

Evento Terminato

sabato
20
Febbraio
giovedì
31
Marzo
  • DOVE
  • CONDIVIDI

Dal 20 febbraio al 31 marzo alla biblioteca civica di Mozzo è allestita la mostra fotografica “Capitali umani (Il Volontariato non esiste)”.
L’esposizione si può visitare negli orari di apertura della biblioteca: da martedì a venerdì dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 19, sabato dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18, lunedì chiuso.
L’autore è il fotografo professionista Matteo Zanardi, il quale, per il CSV di Bergamo, ha raccolto gli scatti più significativi realizzati durante le attività di alcune delle realtà associative bergamasche. Le fotografie esposte rappresentano alcuni momenti della vita delle associazioni e mettono in risalto le relazioni e i legami che le caratterizzano. Venti immagini selezionate da 3000 scatti effettuati in sei mesi di lavoro. Nell’impossibilità di immortalare tutte quante le realtà associative bergamasche, il CSV ne ha scelte alcune, rappresentative dei tanti modi in cui il volontariato si manifesta sul nostro territorio.
Le immagini raccolte nella mostra rappresentano un punto di vista sul volontariato bergamasco, una visione parziale perché il volontariato cresce e si evolve. “Il Volontariato”, quindi, non esiste, perché non esiste un’interpretazione univoca del termine né tantomeno un unico modo di essere volontari. L’elemento che li accomuna è la relazione, perché è nella relazione che si gioca il volontariato: nel bisogno dell’altro il volontario trova un luogo per rispondere al proprio bisogno di ‘poter dare’, in una logica di scambio reciproco. Perché siamo al contempo tentativo di risposta e domanda, destinatari e strumenti. Siamo “Capitali Umani”: l’unica forma di capitale che anche in momenti di grave crisi non perdere il proprio valore, ma, al contrario, lo aumenta.“L’idea di dedicare una mostra al volontariato – spiega Oscar Bianchi, Presidente del Csv – nasce dalla volontà di raccontare questo mondo aprendo su di esso sguardi capaci di riconoscere il valore sociale che produce”.
Dopo l’inaugurazione del 5 dicembre scorso avvenuta a Bergamo in Piazza Vittorio Veneto 6 (dove è rimasta esposta più di un mese), ora la mostra è a disposizione gratuita di associazioni, biblioteche, amministrazioni comunali, oratori e tutti coloro che fossero interessati ad esporla nei propri spazi. Ai pannelli possono essere abbinati ulteriori contributi frutto di un percorso di scrittura autobiografica a cui hanno partecipato 12 volontari delle associazioni bergamasche condotto da Adriana Lorenzi.

segnala il tuo evento gratuitamente +

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI