Auto storiche, a Zanica il secondo raduno "Agri-vintage targhe nere" - BergamoNews
sabato
24
Settembre
domenica
25
Settembre

Auto storiche, a Zanica il secondo raduno “Agri-vintage targhe nere”

sabato
24
Settembre
domenica
25
Settembre
  • DOVE
  • CONDIVIDI

Domenica 25 settembre a Zanica si terrà il secondo raduno “Agri-vintage Targhe nere”, dedicato alle auto storiche. L’appuntamento è all’azienda agricola Campana Costantino, a Capannelle.
Non mancheranno degustazioni di prodotti tipici della cucina rurale del posto come polenta, salame nostrano, formaggi freschi e stagionati, salamelle alla griglia, pancetta, lardo e molto altro, il tutto accompagnato da buon vino e birra (acqua compresa).
Durante l’evento saranno inoltre presenti: carrozza con cavalli gratuita per grandi e piccini; battesimo della sella con pony per i piccoli; spazio giochi per i più piccoli in puro stile vintage con giocattoli antichi; concorso “indovina il peso della Manega”; e mostra di bici storiche.
Per il conducente di auto storica che si prenota su facebook dando conferma a Matteo Sarga, verrà lasciato all’arrivo un buono per il pranzo convenzionato al costo di 3 euro, che comprende panino (a scelta tra salamella alla griglia, coppa, salame nostrano, lardo, testa cotta ecc….) e birra media/bibita/acqua.
La partecipazione è gratuita.
Per motivi organizzativi si chiede ove possibile la conferma di partecipazione per i conducenti di auto storica per poter usufruire anche del buono sconto sul pranzo, ma la manifestazione è aperta a tutti (Buono riservato alle conferme su facebook o via mail).
Per chi volesse, il giorno prima, sabato 24 settembre, è possibile partecipare a un’apericena con Vespa raduno nel tardo pomeriggio.
Per informazioni inviare un’e-mail a targhenere.facebook@gmail.com
In caso di pioggia l’evento sarà annullato.

segnala il tuo evento gratuitamente +

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it