BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Per professione o crescita personale, i corsi in biodiscipline si presentano

Sabato 21 e domenica 22 settembre l’open day della scuola LAFONTE fa conoscere le proposte del nuovo anno formativo con incontri tematici. Curtaz: “Per ogni percorso docenti e programmi di alta qualità”

L’open day inaugura la stagione formativa 2019-2020 della scuola di shiatsu e discipline bionaturali LAFONTE. Sabato 21 e domenica 22 settembre, dalle 10 alle 18.30, la sede di via Buratti 57 a Bergamo apre le porte e presenta insegnanti, programmi e organizzazione dei corsi attraverso una serie di incontri tematici che permettono di conoscere ogni proposta con un approccio interattivo. In pratica si entra nel clima della lezione con momenti dimostrativi e il coinvolgimento dei partecipanti.

Da mattino a sera si susseguono, nella sala corsi, le presentazioni di tai ji quan (dalle 10 alle 10.30), yoga (10.30 – 11), pilates (11 – 11.30), craniosacrale (11.30 – 12.30), psicogenealogia (14.30 – 15.30), biogenealogia emozionale (15.30 – 16), astrogenealogia (16 -16.30) e shiatsu (lezione dimostrativa, dalle 16.30 alle 18.30) e, nella sala meditazione, di ginnastica posturale (dalle 10 alle 10.30), cristalloterapia (10.30 – 11), aromaterapia specifica (11 – 11.30), massaggio ayurvedico (11.30 – 12), tecniche manuali olistiche (12 – 12.30), reflessologia plantare (14.30 – 15), workshop di psicogenealogia (15 – 15.30), floriterapia (15.30 – 16), lettura psicosomatica del corpo (16 – 16.30), massaggio thailandese (16.30 – 17) e corsi “face to face” (17 – 18.30). Il programma è il medesimo nelle due giornate per dare doppia possibilità di partecipare.

LaFonte

Le due giornate ben riassumono il percorso, lo stile e gli obiettivi della scuola. “Anno dopo anno le proposte aumentano – spiega il responsabile didattico Maurizio Curtaz -, ma non si tratta semplicemente di un’operazione di ampliamento e diversificazione dell’offerta. Ogni nuovo titolo e ogni nuova disciplina è il risultato di un percorso continuo di ricerca e approfondimento nel campo olistico e bionaturale condotto insieme con i nostri docenti, un team ristretto che studia, si aggiorna, sperimenta tecniche e approcci per poi condividerli in aula, un gruppo che cresce insieme. Per intenderci, non siamo una realtà nella quale corsi e collaboratori si moltiplicano e cambiano continuamente, abbiamo una precisa identità, siamo nati con lo shiatsu una quindicina di anni fa e nel tempo abbiamo esteso l’interesse verso altre valide tecniche manuali, energetiche, di ascolto, consapevolezza corporea, crescita personale, nelle quali crediamo profondamente”.

È questa visione che ha dato origine, ad esempio, ad un’intera nuova area di studi, Genus, specializzata nella psicogenalogia, metodo basato sull’analisi della storia familiare e sulle ripetizioni che condizionano il presente, e il corso professionalizzante per operatore in Tecniche manuali olistiche, che parte quest’anno e mette a sistema gli insegnamenti di taglio occidentale con quelli di derivazione orientale in un programma biennale conforme agli standard formativi della Regione Lombardia.

“Denominatore comune di tutte le proposte è l’alta qualità della formazione – sottolinea Curtaz –. I percorsi troppo lunghi non piacciono, ma accorciando i programmi il rischio di banalizzare gli insegnamenti è alto. Attraverso la nostra esperienza e il continuo lavoro sulla didattica siamo riusciti a contenere i tempi senza diminuire il grado di preparazione finale degli allievi. Ogni corso è “serio” – semplifica – e fornisce strumenti concreti ed efficaci a chi lo frequenta”.

Le discipline che registrano maggiore interesse negli ultimi tempi sono il massaggio craniosacrale, apprezzato approccio complementare nelle terapie fisiche, la reflessologia plantare, il massaggio ayurvedico. “Non dimentichiamo il thailandese – ammonisce il responsabile didattico -, spesso associato erroneamente ad un’idea di esotismo e sensualità, in realtà è utilissimo nel trattamento delle contratture e nel ridare flessibilità ed elasticità al corpo, a migliorare il fluire dell’energia”.

Se i programmi sono di alta qualità, non significa che siano rivolti solo a professionisti o aspiranti tali. “Nostro obiettivo è dare a tutti la possibilità di seguire corsi anche per interesse e crescita personale – precisa – . L’organizzazione per livelli e la formula del workshop permettono di avvicinarsi con gradualità alle discipline e acquisire in ogni caso nuove competenze. Ci sono inoltre corsi di base, come quello sulla floriterapia, o incontri monografici, ad esempio quelli di aromaterapia, che offrono preziose indicazioni per prendersi cura di sé e dei propri cari”. Nel calendario LAFONTE non mancano nemmeno gli appuntamenti settimanali con le pratiche di benessere: yoga, ginnastica posturale, pilates e taiji quan proposti in un contesto altamente specializzato.

LaFonte

OPEN DAY LAFONTE

21 e 22 settembre dalle 10 alle 18.30
via Buratti, 57
Bergamo
info@lafonteshiatsu.it

tel. 327.2374228 – Maurizio
www.lafonteshiatsu.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.