BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

PEC: come si crea e a cosa serve

La posta elettronica certificata consente di inviare delle mail con ricevuta di ritorno telematica, pertanto è equiparata ad una raccomandata con ricevuta di ritorno cartacea

La posta elettronica certificata, conosciuta con l’acronimo di PEC, consente di inviare delle mail con ricevuta di ritorno telematica, pertanto è equiparata ad una raccomandata con ricevuta di ritorno cartacea. Senza dubbio, però, la PEC è una soluzione più comoda in quanto permette di risparmiare tempo necessario per recarsi in posta ed inviare una raccomandata e consente di sapere subito se il destinatario ha ricevuto la comunicazione inviatagli o meno. La parola “certificata”, inoltre, vuol dire che il contenuto della mail inviata tramite questo sistema non è stato manomesso in alcun modo, e nemmeno gli allegati. Infatti, grazie ai sistemi di sicurezza adottati dal gestore, ogni messaggio è come se venisse inserito all’interno di una busta sigillata ed impossibile da modificare durante il suo “tragitto”. Il gestore del servizio, inoltre, garantisce che il messaggio sia privo di rischi e virus informatici prima di trasmetterlo al destinatario. Ad operazione conclusa, poi, recapita al mittente la ricevuta, oppure un avviso di rigetto in caso di problematiche.

Come creare una PEC

Ma come creare una PEC online? La procedura è molto simile a quella che si utilizza per creare una casella di posta elettronica tradizionale, ma è richiesto qualche passaggio ulteriore affinché alla casella di posta elettronica sia associata un’identità reale e corrispondente ad una persona fisica. Questo perché, i messaggi inviati e ricevuti tramite PEC hanno valore legale e devono essere, pertanto, imputati con certezza ad un determinato mittente o destinatario. Una volta attivata basterà connettersi al sito web del gestore del servizio, ed accedere utilizzando le proprie credenziali, ovvero l’indirizzo mail associato alla casella PEC e la password dell’account. La schermata che appare, consente di gestire i messaggi inviati ed i messaggi ricevuti proprio come una casella mail tradizionale.

A cosa serve la PEC

La PEC è obbligatoria solo per le imprese: la legge prescrive l’iscrizione nel registro delle imprese di almeno una casella di posta elettronica certificata, anche per le ditte individuali. Tuttavia, sono sempre di più i privati che scelgono di creare una casella PEC. I motivi sono molteplici, specialmente correlati al mondo del lavoro. Spesso, infatti, per partecipare ad un concorso pubblico o per mostrare interesse ad un’offerta di lavoro, è necessario inviare una raccomandata oppure di inoltrare i documenti necessari mediante PEC, e questa soluzione sicuramente è preferibile non solo per praticità ma anche per risparmiare. Infatti, la PEC si paga periodicamente ed è possibile inviare, per tutta la durata del periodo previsto dal contratto, quante PEC si vuole in base al pacchetto scelto, il che è sicuramente più conveniente rispetto al dover pagare per ciascuna raccomandata inviata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.