BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Nuovo lockdown, in Val Taleggio la filiera lattiero-casearia resiste grazie all’e-commerce fotogallery

Insieme al timore c’è la fiducia che, come a marzo, grazie alla creazione dell’e-commerce della Cooperativa Agricola Sant’Antonio Val Taleggio e al sostegno di tantissimi acquirenti, si riesca a superare anche questo nuovo momento di difficoltà

In Val Taleggio si prova ancora a resistere. Le aziende lattiero casearie della valle contano molto sulle persone che si recano presso i negozi locali, come sui ristoratori che propongono nei loro menù ricette con i formaggi tipici di questa vallata orobica, ma con la necessità di una nuova chiusura, come è accaduto durante la prima fase dell’emergenza sanitaria, anche oggi gli allevatori, i produttori e gli stagionatori della valle sono preoccupati per le loro attività.

Insieme al timore c’è però anche la fiducia che, come a marzo, grazie alla creazione dell’e-commerce della Cooperativa Agricola Sant’Antonio Val Taleggio e al sostegno di tantissimi acquirenti, si riesca a superare anche questo nuovo momento di difficoltà.

In primavera il simbolo della resistenza è stato un piccolo formaggio ideato dalla Cooperativa, la quale ha voluto continuare ad acquistare il latte degli allevatori locali allo stesso prezzo pre-Covid, pur non sapendo con certezza come utilizzarlo, essendo calate drasticamente le vendite. La piccola formaggella, chiamata “Sant’Antonio una storia di resistenza”, ha permesso di orientare la propria produzione verso un prodotto a media stagionatura, che è servito proprio per superare la fase più drammatica dell’emergenza. Una formaggella a latte crudo e a pasta semi-cotta, dalla crosta grigio-rosata, a pasta leggermente gommosa, del colore paglierino che contraddistingue i prodotti a latte crudo, dal gusto semplice che condensa in circa 500 grammi il profumo e il sapore delle erbe e del fieno della Val Taleggio.

In estate la formaggella “Sant’Antonio” è stata il tramite attraverso il quale gli allevatori, i produttori e gli stagionatori della Val Taleggio hanno potuto raccontare,a chi si è recato in valle a trovarli, la loro storia di resistenza e di riconoscenza nei confronti di coloro che sono stati vicini alle realtà lattiero casearie della valle.

Oggi quelle formaggelle prodotte in primavera sono finite, ma nuove produzioni hanno concluso il loro periodo di stagionatura. Purtroppo nuovamente non ci si può recare in Val Taleggio per acquistare i formaggi presso il punto vendita della Cooperativa, ma la formaggella “Sant’Antonio” resta il simbolo delle vecchie e delle nuove resistenze, sempre attuale e buonissima attende amatori e curiosi online, all’interno dell’e-commerce della Cooperativa: https://www.santantoniovaltaleggio.it/index.php/shop-online

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.