BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Misura delle temperatura corporea: arriva un dispositivo automatico

Il nuovo sistema "Camera Gate" permette di provare la febbre senza l'ausilio umano a chi entra in un'azienda o in un negozio

L’emergenza Covid-19 ci sta portando a cambiare le nostre abitudini. La riduzione del rischio di contagio è prioritaria ed è importante che ognuno rispetti le regole finalizzate a contrastare la pandemia.

Per ogni attività sono stati disposti protocolli che prevedono diversi punti: oltre a dotarsi dei dispositivi di protezione individuale prescritti e rispettare le restrizioni, all’ingresso bisogna misurare la temperatura corporea. Tante aziende, così, si sono arrabattate con termometri o sistemi che richiedono la presenza di un addetto per il controllo e la sorveglianza. In un’epoca in cui la tecnologia è molto diffusa, risulta anacronistico destinare una persona a eseguire questa operazione manualmente.

Partendo da questa osservazione, Trebi, azienda specializzata in prodotti per l’automazione industriale, ha progettato, costruito e brevettato “Camera Gate“, un nuovo sistema semplice, automatico e senza bisogno di installazione. Si tratta di un tornello non ingombrante e facilmente trasportabile, dotato di telecamera termica con sensore infrarossi integrato, pannello utente molto intuitivo e led ad alta luminosità per segnalare l’esito della misurazione. E non è tutto: è in grado di rilevare anche la presenza di dispositivi di protezione individuale correttamente indossati garantendo precisione e sicurezza.

Avere questo strumento comporta diversi vantaggi, innanzitutto perchè riduce il rischio di diffusione del virus, sia per chi si immola in quel ruolo, a contatto con tanti potenziali infetti, magari senza osservare la distanza di sicurezza, sia per la fatica (deve rimanere bardato per tutto il tempo).

Inoltre, permette all’azienda di sgravare un costo in un momento difficile come quello che stiamo vivendo.

Non è tutto: quando sarà passata l’emergenza Camera Gate potrà essere facilmente riconvertito a sistema di controllo degli accessi, utilizzato per leggere tessere badge, per il riconoscimento facciale (per “timbrare” l’ingresso e uscita direttamente con la propria faccia) o come tecnologico accesso alle zone tramite credenziali.

Si tratta dell’ultima novità di Trebi, che da oltre trent’anni si dedica alla ricerca della soluzione migliore per il proprio cliente con proposte robotizzate su misura. Un prodotto di qualità, made in Italy, che sbaraglia la concorrenza mondiale: robot e cliente sono singolari, perché ciascuno conta per la propria storia, a cui quest’azienda è onorata di partecipare e migliorare.

Nata a Lumezzane nel 1985 per la produzione di pezzi speciali per motociclette e go-cart, ha una spiccata propensione verso l’innovazione. Infatti nel 1995 ha iniziato a produrre macchine per la smerigliatura automatica di rubinetti quando ancora tutti svolgevano questa operazione manualmente. Questo traguardo è stato possibile grazie all’invenzione di un sistema che permette al robot di divenire “sensibile” e a distanza di 25 anni è ancora usato su moltissime delle macchine prodotte.

Inizialmente il mercato era locale, poi si è espanso diventando mondiale: oggi vanta un’esportazione su scala globale, con diverse sedi di rivendita e service.

Progressivamente anche l’offerta si è ampliata: alle tecnologie per la lavorazione dei rubinetti si sono aggiunte quelle per la lavorazione di pezzi automotive.

Il team, composto da giovani intraprendenti e motivati, si tiene costantemente aggiornato per garantire ai clienti performances sempre migliori e collabora con le scuole per formare nuovi tecnici: i migliori rimangono a lavorare in questa realtà.

Per avere ulteriori informazioni consultare il sito www.camera-gate.it, accedere al profilo LinkedIn “Trebi Robotic” oppure alla pagina Facebook “Trebi Robotic“.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.