BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Imprese e professionisti: i consigli in vista della ripartenza

Un po’ per tutti, ma in modo particolare per le aziende aperte e che lavorano con il delivery, il consiglio è di unire il mondo virtuale con quello… reale

In questo primo scampolo di 2021, la situazione generale non si preannuncia così differente rispetto agli ultimi mesi dell’anno appena trascorso. Lo spettro di una terza ondata di pandemia, che costringe le autorità sanitarie e politiche a discutere di ulteriori limitazioni dei movimenti dei cittadini, di certo costituisce un ostacolo alle attività economiche e ai professionisti, che non riescono ancora ad avere certezze sulle tempistiche di una possibile – e, si spera, definitiva – ripartenza.

La politica giustamente si interroga sulle decisioni da prendere, ma per le imprese è cruciale pianificare la riapertura a pieno regime per non farsi trovare impreparati quando finalmente arriverà il semaforo verde dal Governo. La situazione ovviamente non è semplice, ma ci sono piccoli trucchi da prendere in considerazione e che valgono generalmente un po’ per tutte le attività produttive.

Il consiglio fondamentale è ovviamente quello di incrementare, per quanto possibile, la presenza sui social network, vero e proprio canale di sfogo dei sentimenti e dei desiderata della clientela, specie in un momento in cui andare in giro, che sia per scopi enogastronomici o per shopping, non sempre è consentito. Fondamentale, dunque, nel 2021 come nel 2020, stuzzicare l’interesse del pubblico attraverso foto, video, post e stories dei propri prodotti, meglio ancora se già acquistabili online.

Un po’ per tutti, ma di sicuro valido specialmente per le aziende aperte e che lavorano con il delivery, è poi il consiglio di unire il mondo virtuale con quello… reale. Il modo più semplice ed efficace? Quello di lasciare i propri contatti – fisici, come indirizzi e numero di telefono per eventuali prenotazioni, ma anche quello dei canali social – al pubblico. Il caro vecchio biglietto da visita, insomma, che nell’epoca della comunicazione internet è tornato di gran moda, ammesso che se ne fosse mai andato.

Un vero e proprio boom. Non è infatti un caso che molte imprese, dopo aver realizzato i propri biglietti da visita online, abbiano deciso di distribuirli ai clienti. Magari allegando il bigliettino alle consegne dei prodotti acquistati su internet o tramite app di food delivery, è possibile lasciare un piccolo promemoria utile per ricordare di mettere un like alle pagine social e soprattutto per invogliare a futuri acquisti. A costi evidentemente molto contenuti, un modo “fisico” e non solo virtuale per fidelizzare la clientela.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.