BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

ALP International in prima linea per prevenire la proliferazione di virus e batteri

La tecnologia ALPactive lanciata dall'azienda bergamasca leader nei sistemi per la distribuzione dell’aria limita la contaminazione in ambienti confinati

“Nel nostro territorio stiamo vivendo una situazione di emergenza senza precedenti” – affermano Francesco Librizzi e Giuseppe Librizzi di ALP International – “e mai come oggi ci sentiamo di dover raccomandare sistemi di prevenzione che possano garantire l’abbattimento del 99,99999% della carica micro organica che abitualmente si deposita sulla superficie di condotte “tradizionali” in lamiera. Negli anni, abbiamo acquisito la competenza per lo sviluppo della tecnologia ALPactive ovvero un principio attivo naturale a base di ioni d’argento e zeolite che, una volta applicato sulla superficie della condotta dell’aria, è in grado di debellare più di 600 famiglie di microrganismi e ceppi virali tra cui SARS, CORONAVIRUS, H5N1 ed essere pertanto classificato quale prodotto ‘antimicrobico’“.

ALP International, azienda bergamasca leader nei sistemi per la distribuzione dell’aria, è impegnata da 35 anni a migliorare la qualità dell’aria, insistendo da sempre sull’importanza che la tecnologia antimicrobica sia approntata nei canali di aerazione, in primis in ambito ospedaliero ma anche in tutte le realtà in cui l’aria è condivisa da un ampio pubblico e, quindi, più facilmente contaminata.

ALP International

La tecnologia ALPactive è stata lanciata da ALP International nel 2006 e negli ultimi quindici anni è stata scelta da numerose realtà pubbliche e private, italiane ed estere, nel settore ospedaliero, alimentare, farmaceutico, alberghiero, aeroportuale, anche grazie alle certificazioni internazionali ottenute (tra cui EFSA in UE, FDA e NSF negli Stati Uniti, VDI in Germania), e a studi condotti e approvati da Ministeri della Salute di diversi Paesi, tra cui un significativo studio del Ministero della Salute Italiano del 2004 della durata di 18 mesi. È stato testato che ALPactive può contrastare la proliferazione di virus e batteri, per questo motivo non deve essere considerato un accessorio facoltativo bensì uno strumento essenziale per limitare la contaminazione in ambienti confinati.

ALP International

Francesco e Giuseppe Librizzi affermano: “La caratteristica migliore del brevetto ALPactive è quella di essere un antimicrobico efficace non solo in applicazione sulle condotte di aerazione – nostro core-business da sempre – bensì questa tecnologia si presta a rendere “auto-sanificanti” superfici di diversi materiali come carta, plastica e metalli. Siamo in grado di collaborare con aziende operanti nei settori della sanità, dell’arredamento e delle costruzioni, che possono vantare gli stessi risultati antimicrobici sulle superfici dei loro prodotti, e ci auguriamo che nuove collaborazioni e nuovi studi di applicazione possano trovare sempre più spazio. Siamo convinti che sia arrivato il momento per tutti di dare reale importanza alla prevenzione, e non solo alla cura. La prevenzione è lo strumento più valido che abbiamo tra le nostre mani e su cui vogliamo sensibilizzare chi prende decisioni per tutti noi”.

ALP International è in prima linea per trovare e proporre soluzioni idonee a garantire la qualità della vita e fa appello alla Regione Lombardia, alla Protezione Civile e a tutte le Istituzioni affinché si possa lavorare insieme per contrastare questa emergenza.

ALP

BATTERI
Bacilluscereus
Bacillus thurigensis
Legionella pneumophila
Escherichia coli
Klebsiellapneumonieae
Salmonella typhimurium
Staphylococcus aureus
Streptococcus faecalis
Pseudomonas aeruginosa
Proteus spp.
Vibrio parahaemoliticus
Enterobacter aerogenes
Enterobacter sakazakii
Listeria monocytogenes
Campilobacter jejuni

VIRUS
Coronavirus (agenti della SARS)
Norwalk virus
Virus influenzale H5N1

FUNGHI E MUFFE
Candida albicans
Aureobasidium pullulans
Glicocladium virens
Trichophyton tonsurans Malmsten
Aspergillus niger
Penicillum funiculosum
Saccharomyces cerevisiae
Stachybotrys cartharum
Chaetomium globosum

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.