• Abbonati
L'operazione

Musso rischia di tornare nel 2023: i tempi di recupero dopo l’infortunio

La frattura allo zigomo può costare al numero 1 della Dea anche il Mondiale, ma non è escluso un rientro per il rush finale

Bergamo. Lo scontro aereo con Merih Demiral all’Olimpico durante Roma-Atalanta è costato carissimo a Juan Musso. Il portiere argentino dell’Atalanta ha rimediato una frattura allo zigomo ed è stato operato a Roma nella giornata di lunedì.

“Juan Musso è stato sottoposto ad intervento di riduzione e contenzione con placche e viti di frattura scomposta del complesso orbitario/mascellare di destra. L’ intervento, effettuato presso la clinica Villa Stuart di Roma ed eseguito dal Prof. Bruno Andrea Pesucci e dal Dott. Vincenzo Marcelli, è perfettamente riuscito”, ha annunciato il club con un comunicato sul sito ufficiale.

Ora per l’ex Udinese dovrà iniziare il percorso di recupero, i cui tempi non sono ancora stati precisati e dipenderanno molto anche dal dolore che sentirà il giocatore. C’è però una possibilità che spaventa la Dea, ovvero quella di ritrovare il proprio numero uno soltanto nel 2023, al rientro dopo la pausa per il Mondiale.

L’ultima giornata del 2022 si giocherà il 13 novembre. In poco meno di due mesi un ritorno in campo è possibile, ma non è garantito: per il classe 1994 potrebbe peraltro essere anche pregiudicata la partecipazione alla manifestazione in Qatar con la sua Argentina, anche se il ct Scaloni non lo aveva convocato nemmeno per gli impegni per la pausa nazionali di fine settembre.

L’auspicio dell’Atalanta è ovviamente quello di ritrovare il giocatore almeno per l’inizio di novembre, quando a Bergamo arriveranno Napoli ed Inter per due potenziali scontri diretti di altra classifica.

Nel frattempo, Gian Piero Gasperini potrà affidarsi alle mani più che sicure di Marco Sportiello, che anche a Roma si è confermato una garanzia. Anche per questa ragione è probabile che il recupero di Musso non verrà affrettato.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Luis Muriel
I convocati
Atalanta, per la pausa nazionali partono in 12: restano a Bergamo Muriel e Boga
Chiwisa Atalanta primavera
Partenza deludente
Atalanta Primavera, il dopo Brambilla è complicato: una sola vittoria e tante difficoltà
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI