• Abbonati
I dati del servizio sanità animale

Estate da cani, pochi abbandoni e tante fughe. Ats:”Fondamentale il microchip”

Dall'inizio dell'anno 670 animali recuperati nella nostra provincia, 228 dall'1 giugno al 15 agosto. Grazie al dispositivo 314 restituiti subito ai proprietari

Il periodo estivo, le vacanze di mezzo e come ogni anno torna d’attualità il problema dell’abbandono degli animali.

Nella nostra provincia, fortunatamente, sembra che questo fenomeno non sia così presente.

L’Ats di Bergamo ha a che fare soprattutto con cani che scappano ma, come spiega Tiziano Fanton, direttore del Servizio Sanità Animale: “Non c’è dolo, nessuna volontà di abbandono da parte dei proprietari. Ci sono parecchi animali vaganti, ma il randagismo nella Bergamasca è poco diffuso”.

Quando viene trovato un cane senza padrone, è fondamentale contattare le autorità: “Il ritrovamento va certificato – continua il dottore -. Non bisogna chiamare il canile perché l’accalappiacani non esce su richiesta di un privato. Chi trova un animale deve contattare la polizia locale, il Comune o il 112, che a loro volta segnalano il ritrovamento all’Ats. A quel punto noi avvisiamo il canile sanitario, l’animale viene recuperato e portato nella sede di Verdellino. Qui il cane viene visitato, viene verificata la presenza del microchip e, se c’è, si chiama il proprietario per l’immediata restituzione. Altrimenti, se il microchip non c’è viene applicato, il cane resta dieci giorni nel canile sanitario per la profilassi antirabbica e poi viene trasferito nei canili rifugi, strutture convenzionate con i Comuni, per essere adottato”.

Nella provincia di Bergamo sono sei e si trovano a Verdellino, Seriate, Colzate, Brembate, Arzago d’Adda e Calvenzano.

Dall’1 gennaio al 15 agosto 2022, gli animali catturati nella nostra provincia sono stati 670: 604 cani e 66 gatti; 77 in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, dove Ats aveva recuperato 593 animali, 539 cani e 54 gatti.

La maggior parte dei recuperi di cani è stata fatta dall’1 giugno al 15 agosto: nel 2022 il 38% sul totale annuo (228), mentre nel 2021 il 42% (227).

Importantissima quindi la registrazione dell’animale all’anagrafe e l’inserimento del microchip: “Sempre nel periodo che va dall’1 giugno al 15 agosto 2022, grazie alla lettura del dispositivo abbiamo restituito immediatamente, sul luogo del ritrovamento, 137 cani, mentre nel 2021 134”, spiega Fanton.

Nei primi 8 mesi del 2022 i cani restituiti sono stati 314 (52%), mentre in tutto il 2021  363 (66%), quelli adottati nel 2022 183 (30%) e nel 2021 192 (34%); quest’anno i gatti restituiti sono stati invece 28, 15 quelli adottati, nel 2021 25 restituiti e 12 adottati.

“Le ridotte percentuali del 2022 relative a restituzione e adozione rispetto al 2021, non sono al momento significative: abbiamo ancora in carico animali che sono in attesa di essere riconsegnati al proprietario o di trovare un nuovo padrone”, dichiara il medico.

Ats non recupera i gatti, ma si occupa dei mici feriti o con traumi dovuti a incidenti stradali o altro, sostenendo le spese veterinarie necessarie alle cure. “Agiamo come sempre su segnalazione – prosegue il direttore del Servizio Sanità Animale -. Come per i cani, basta contattare la polizia locale, il Comune o il 112 e Ats si attiva per il prelievo e le cure. Per i gatti non è prevista accoglienza nei canili sanitari, ma ci sono diverse colonie feline attive sul nostro territorio che se ne prendono cura”.

Non avete mai ricevuto segnalazioni per il ritrovamento di animali esotici o particolari?

“Sì, ma nel caso di animali selvatici ci rivolgiamo alla Polizia provinciale, oppure ai carabinieri forestali se si tratta di specie cosiddette Cites, ovvero incluse nella convenzione sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora selvatiche minacciate di estinzione. Questi ambiti sono di loro competenza”.

Il fenomeno dell’abbandono è molto più diffuso nel sud Italia. Le strutture bergamasche spesso vengono contattate dalle Ats di altre regioni che richiedono ospitalità per cani senza padrone trovati nel loro territorio.

 

 

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI