• Abbonati
A bergamo

Festa di Santa Caterina, i fuochi artificiali tornano a colorare il cielo di Bergamo fotogallery video

Mancavano da due anni, sospesi a causa della pandemia. In migliaia ad ammirarli

Bergamo. Uno spettacolo che da sempre è nel cuore dei bergamaschi, quello dei fuochi d’artificio in onore della festa di Santa Caterina. Quest’anno, se possibile, lo è ancora di più, dato che per due anni è stato sospeso a causa delle restrizioni dovute alla pandemia.

E pensare che nel pomeriggio qualche scroscio ha messo in allarme gli organizzatori e tutti gli affezionati di questa tradizione cittadina. Ma il comitato non si è fatto scoraggiare da qualche goccia d’acqua ed ha deciso comunque di allestire lo spettacolo pirotecnico, che ha lasciato incantato come sempre gradi e piccini.

Puntuale, alle 21, si è accesa la prima miccia: per una buona mezz’ora tutti sono rimasti con il naso all’insù per ammirare i fuochi offerti dalla società Atalanta. Gli scoppi colorati sono infatti partiti dal piazzale della curva Sud dello stadio Gewiss di Bergamo.

Come ogni anno, in tanti si sono dati appuntamento nel parco di Sant’Agostino: gli spalti sulle Mura sono infatti considerati uno dei luoghi migliori dal quale godersi i fuochi artificiali.

Lungo viale Santuario sono tornate anche bancarelle, molto apprezzate e frequentate.

Domani, giovedì 18 agosto, il vescovo Francesco Beschi celebrerà la messa solenne alle 17.30 e, alle 20.30, in via Borgo Santa Caterina ci sarà la processione.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI