• Abbonati
L'esperto di covid

Il microbiologo Crisanti candidato con il Pd, la Lega: “Poco rispetto per Bergamo”

Il professore era stato incaricato dalla Procura di Bergamo di stilare la perizia nell'inchiesta sulla pandemia. Le reazioni di Invernizzi, Frassini e Malanchini

Il professore Andrea Crisanti sarà candidato dal Pd come capolista in Europa. Il microbiologo, nei mesi scorsi era salito alla ribalta grazie ai suoi interventi sul Covid ed era stato incaricato dalla Procura di Bergamo nell’inchiesta sulla pandemia per stilare una perizia sulle possibili lacune commesse.

Una decisione, quella di candidarsi con il Partito Democratico, che non è andato giù agli esponenti bergamaschi della Lega, che commentano così:

Cristian Invernizzi: “Da questa mattina circola la voce che il microbiologo Andrea Crisanti, famoso per le sue lunghe e continue interviste pubbliche durante il periodo più difficile della pandemia, sarebbe candidato per le prossime elezioni politiche tra le fila del Partito Democratico. Sinceramente la notizia mi lascia sorpreso e un po’ di stucco. Crisanti, nel suo ruolo di professionista, è stato infatti il consulente della Procura di Bergamo per la grande indagine Covid. Vorrei chiedere a Letta e soprattutto al Segretario del Pd bergamasco Davide Casati, qualora la voce fosse vera e il nome di Crisanti apparisse davvero in lista, se questa scelta non possa sembrare un affronto al nostro territorio e al rispetto dei tantissimi bergamaschi che hanno sofferto a causa della pandemia e che meritano risposte serie e non contaminate dal mondo della politica. In attesa di scoprire gli sviluppi con il deposito ufficiale delle liste, mi auguro che questa voce possa essere smentita il prima possibile: sarebbe davvero un nuovo colpo per i bergamaschi”.

Rebecca Frassini: “La possibile candidatura del famoso microbiologo Andrea Crisanti tra le fila del Partito Democratico rappresenterebbe un nuovo schiaffo alla nostra provincia, che ha pagato il prezzo più alto e caro della pandemia. Crisanti è stato infatti il maxi consulente della Procura di Bergamo per l’indagine Covid e mi auguro che continui a fare il professionista proprio per rispetto dei tanti bergamaschi che aspettano una risposta a un dolore immenso. La candidatura di Crisanti stona moltissimo e mi auguro che il PD bergamasco si metta di traverso in una simile scelta proprio per rispetto nei confronti del nostro territorio”.

Giovanni Malanchini: “Il microbiologo Andrea Crisanti, star televisiva durante la pandemia, solo pochi mesi fa dichiarava di non volersi candidare (“Non ci penso proprio“). La notizia è invece arrivata di nascosto nella notte: tra le fila del Pd ci sarebbe anche uno dei virologi più intervistati dell’Era pandemica e consulente della Procura di Bergamo nella grande indagine sul Covid. A tutti verrebbe da chiedersi: come può una figura così determinante in un’indagine tanto delicata cambiare abito da un giorno all’altro ed entrare nella contesa politica? Che senso ha la candidatura di chi ha ricevuto un incarico tanto importante e delicato dalla Procura di Bergamo, dove il 14 gennaio 2022 ha depositato 90 pagine di perizia? La scelta del PD appare come una totale mancanza di rispetto verso i cittadini bergamaschi e verso la Procura di Bergamo che sta svolgendo un grande e serio lavoro, lontano dalle speculazioni e dai riflettori. Letta e il PD non conoscono vergogna: Crisanti entrerà a far parte della loro famiglia?”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI