• Abbonati
Battuta la samp

L’Atalanta parte col piede giusto: Toloi e Lookman sbancano Marassi

La deviazione del capitano nerazzurro e il primo gol del nuovo arrivato regalano i tre punti a Gasperini, nonostante la grande sofferenza nel finale

La brillantezza fisica e mentale dei giorni migliori è ancora lontana, ma al 13 agosto conta soprattutto una cosa: il risultato. E l’Atalanta da Genova torna a casa con i tre punti.

A Marassi contro la Sampdoria sblocca il capitano Rafael Toloi. Simbolico che sia proprio lui ad inaugurare quello che sarà un nuovo ciclo, certificato parzialmente dall’esordio di tre ‘nuovi’: Lookman, sì, ma anche Zortea e Okoli, esordienti in prima squadra seppur già di casa a Zingonia. La scena però è tutta dell’anglo-nigeriano, che nel recupero sigilla la vittoria facendo tirare un lungo sospiro di sollievo.

Niente Ederson, per ora, ma l’incursore lo fa comunque Pasalic. E lo fa bene: la sua torre sul cross di Zapata, sicuramente il più brillante, è determinante. Così come i suoi smarcamenti tra le linee.

E per un Maehle che non concretezza ma è sempre nel vivo e un Hateboer ancora altalenante, c’è un Koopmeiners che prova a calarsi nei panni del direttore d’orchestra. I meccanismi andranno rodati, com’è normale che sia, ma nel frattempo contano i tre punti.

Pur con qualche brivido: il Var aiuta nel primo tempo, i legni salvano Musso nella ripresa. E il nervosismo finale – e non solo: 10 ammoniti in totale nella partita – con il naturale debito d’ossigeno che porta il caldo agostano è gestito come si può. La rete, comunque, resta inviolata. Basta lo 0-2 e per ora può andare bene così. Per ora.

IL TABELLINO

SAMPDORIA-ATALANTA 0-2

Marcatori: 26′ Toloi, 90+5′ Lookman

SAMPDORIA (4-1-4-1): Audero; Bereszynski (58′ Depaoli), Ferrari (90′ Murillo), Colley, Augello; Vieira; Leris (75′ Quagliarella), Rincon, Sabiri, Djuricic (58′ Verre); Caputo (58′ De Luca). A disp.: Ravaglia, Murru, Malagrida, Villar, Yepes, Gabbiadini. All. Giampaolo

ATALANTA (3-4-1-2): Musso; Toloi (72′ Scalvini), Okoli, Djimsiti; Hateboer, Koopmeiners, de Roon, Maehle (72′ Zortea); Pasalic (83′ Malinovskyi); Zapata, Muriel (63′ Lookman). A disp.: Sportiello, Rossi, Ruggeri, Boga. All. Gasperini

Arbitro: Dionisi (sez. dell’Aquila)

Ammoniti: Ferrari, Okoli, Pasalic, Verre, Musso, Quagliarella, Sabiri, de Roon, Zortea, Hateboer

Espulsi:

Note: 2′ e 6′ di recupero

I GOL

14′ – ANNULLATO! Francesco Caputo porta in vantaggio la Sampdoria: Caputo si smarca detro l’area e tutto solo incrocia col destro raccogliendo l’assist di Leris dalla destra. Il Var interviene e annulla.

26′ – Toloi trova la rete! Zapata sfonda sul lato sinistro dell’area, sterza e crossa col destro: Pasalic fa la torre sul secondo palo e a centro area c’è il capitano, che segna di coscia il gol del vantaggio dell’Atalanta.

89′ – ANNULLATO! Contropiede gestito benissimo da Zapata che crossa per Lookman, destro di prima che si insacca ma che viene annullato per fuorigioco.

95′ – Contropiede 3-contro-2 per l’Atalanta, Malinovskyi lo guida e serve Lookman, che mette per terra Colley con una finta e poi appoggia la palla in porta per il raddoppio.

LE AZIONI SALIENTI

1′ – Maehle è provvidenziale nel chiudere in area su Leris, che era stato pescato tutto solo davanti a Musso.

5′ – Conclusione potente da dentro l’area di Zapata: palla che sorvola di poco la traversa.

22′ – Clamoroso palo di Maehle, che a due metri dalla porta sguarnita centra il legno sul cross basso dalla destra di Hateboer.

32′ – Zapata ci prova ancora: rasoterra da dentro l’area che Audero riesce a fare suo in due tempi. Dall’altra parte ci prova Sabiri, con un’azione molto simile che non impegna Musso.

45+2′ – Sabiri ci prova su punizione alla fine del primo tempo: la palla non scende e termina sopra la traversa.

51′ – Muriel e Maehle provano una triangolazione molto complicata al limite dell’area, la difesa della Sampdoria in affanno mette in corner.

64′ – Ci prova l’ex: Depaoli sfonda centralmente, ma la difesa nerazzurra riesce a bloccare la minaccia.

70′ – Clamoroso palo colto da Sabiri su punizione dal limite dell’area, calciando di destro sul palo del portiere.

72′ – Okoli è provvidenziale nel salvare dopo un’uscita improvvida e totalmente fuori tempo di Musso.

79′ – Quagliarella di sinistro al volo su un cross dalla destra mette i brividi a Musso: la palla sibila a lato del palo.

83′ – Quagliarella che ci prova con il destro dentro l’area: la sua pennellata bacia la traversa ed esce.

90+2′ – Continua la sofferenza per l’Atalanta, che su un calcio d’angolo viene salvata da un rimpallo favorevole, con Musso reattivo nell’anticipare Murillo.

LA MOVIOLA

13′ – Qualche protesta dalla panchina della Sampdoria per un mancato cartellino giallo per Toloi, colpevole di aver fermato con un fallo Djuricic che provava lo scatto.

14′ – Il Var interviene per un contatto tra Leris e Maehle sull’azione che porta al vantaggio della Sampdoria: Dionisi riscontra una manata in faccia al danese dell’Atalanta e decide di annullare il gol.

63′ – Timide proteste nerazzurre per un presunto tocco di mano del portiere Audero fuori dall’area: l’arbitro Dionisi lascia correre.

LE DICHIARAZIONI

Tony D’Amico, direttore sportivo dell’Atalanta, a Dazn: “Non è facile lavorare sul mercato quando c’è il campionato. La società ci ha dato grande fiducia da quando sono arrivato, è pronta ad investire, è chiaro che ci scontriamo con delle dinamiche: a volte si arriva agli obiettivi, altre no. Col Mister il confronto è quotidiano, cerchiamo di fare il massimo”.

Rafael Toloi a Dazn: “Era molto importante partire bene, sapevamo fosse difficile e abbiamo sofferto, ma abbiamo difeso molto bene. La Sampdoria non ha avuto tante occasioni, un paio di palloni pericolosi per Quagliarella su cui siamo stati anche fortunati. Abbiamo fatto i gol nel momento giusto. Questo è un gol speciale per me, ho sofferto tanto l’anno scorso. Ho cercato di arrivare al 100%. È un periodo diverso, a mercato aperto giochiamo tanto. I ragazzi non devono pensare al mercato, ma solo a stare bene”.

Duvan Zapata a Dazn: “Non era facile, è stata una partita molto combattuta, ma a inizio campionato le squadre sono tutte un po’ così. La stagione scorsa non siamo arrivati altissimi, ma abbiamo tanta voglia di rifarci. Abbiamo lo spirito giusto per crescere. Mi manca ancora qualcosa, ma comincio a sentirmi bene”.

Gian Piero Gasperini a Sky: “Giochiamo gara per gara, poi le mie considerazioni le ho fatte da tempo con la dirigenza e spero di essere credibile. Se mi ascoltano? Ci sono tante anime nell’Atalanta. Secondo me è il momento di costruire e non pensare solo ai grandi risultati, l’Atalanta ha una grande occasione”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Sampdoria-Atalanta Duvan Zapata
Le pagelle
In attacco brillano Zapata e Lookman, Muriel sotto tono
Sampdoria-Atalanta Gian Piero Gasperini
Le parole
Gasperini: “È il momento di costruire, non solo di pensare ai grandi risultati”
Sampdoria-Atalanta Duvan Zapata
Appunti & virgole
Atalanta, tanto cuore e Zapata. Lookman subito gol come Maxi
Sampdoria-Atalanta Ademola Lookman
Il dualismo
Prima con gol a Marassi: Lookman “oscura” Boga?
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI