I numeri

Vaiolo delle scimmie, 14 casi in Bergamasca. La Regione: “Nessuna emergenza, ma attenzione alta”

Rappresentano il 5% del totale lombardo

Sono attualmente 14 i casi di vaiolo delle scimmie in provincia di Bergamo, il 5% del totale lombardo. Per la gestione e le attività di controllo dell’epidemia da vaiolo delle scimmie, la Regione ha costituito un’unità di coordinamento, in un contesto in cui la situazione epidemiologica “non è grave ed emergenziale”, ma comunque “merita attenzione per la crescita costante nei numeri dei contagi sul territorio”.

Lo comunica la Direzione generale Welfare della Regione, sottolineando che l’unità di coordinamento avrà il compito di monitorare l’andamento dei casi, condividere le strategie di vaccinazione e verificare l’andamento clinico della patologia con attenzione ai casi eventualmente più gravi.

Al momento i casi di vaiolo delle scimmie in Lombardia sono 269, con un numero molto basso di ricoveri. Il 48% delle persone che ha contratto la malattia ha tra i 30 e i 39 anni di età. Dalla prossima settimana, spiegano dalla Regione, sarà disponibile nella rete lombarda dei Centri per la prevenzione delle infezioni sessualmente trasmesse la prima fornitura di vaccini per le persone a rischio contagio.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI