• Abbonati
Selvino

“Magut Race Corsa dei muratori”: sul podio Alessandro Zanga e Chiara Croce fotogallery

Cronaca di un successo annunciato. La settima edizione della gara powered by Italcementi incorona Alessandro Zanga e Chiara Croce con i titoli di nuovi Re e Regina dei “magutti”

Festa grande a Selvino per l’edizione numero sette della Magut Race Corsa dei muratori, la gara più divertente e goliardica organizzata dalla Fly-Up Sport di Mario Poletti. Sostenuta fin dalla prima edizione da Italcementi, che mette a disposizione i sacchi del “32.5” (il cemento più usato in Italia), la competizione cresce di anno in anno attirando aspiranti “magut” da ogni parte d’Italia. Per questa edizione sono arrivati un po’ da tutta Italia (persino dalla Sardegna!) per un totale di 219 atleti in gara. E che atleti! Dal momento che per vincere non basta essere i più veloci, ma bisogna tagliare il traguardo con un saccone di cemento del peso di 25 kg caricato sulle spalle. Nessuno sconto per la compagine femminile, chiamata allo stesso sforzo competitivo dei colleghi uomini.

Il via alle 18 sulle pendenze della pista “Paola Magoni” del Monte Purito anche alcuni dipendenti di Italcementi. Il più veloce, Alessandro Zanga, ha tagliato il traguardo in 00:02:53 mettendosi alle spalle per un secondo il campione di OCR Eugenio Bianchi del Team Scott (00:02:54). A completare il podio Simone Bertocchi, vincitore della scorsa edizione, che ha chiuso il tracciato in 00:03:04. Delle 17 donne in gara la più veloce, quella che per un anno potrà definirsi orgogliosamente “regina dei magut”, è stata Chiara Croce che ha chiuso la sua prestazione in 00:04:47. Medaglia d’argento per l’ex regina Silvia Boroni del team Gaaren Be a Hero (00:04:52), fresca fresca della vittoria della scorsa settimana alla Orobie Skyrace. Beffata per un secondo, Silvia Fazzin (00:04:53) si posiziona sul terzo gradino del podio.

“Per Italcementi ormai è un appuntamento fisso la Magut Race. È un modo originale per essere vicini a chi lavora nell’edilizia con un pizzico di competizione all’aria aperta. Quest’anno, tra l’altro, hanno partecipato anche alcuni colleghi del nostro impianto di Tavernola Bergamasca e uno è arrivato apposta dall’Abruzzo per dare filo da torcere ai muratori bergamaschi” – ha dichiarato Salvatore Palazzo, responsabile vendite Italcementi.

Una gara unica al mondo che entusiasma pubblico e atleti. Anche quest’anno, oltre ai “magut” in gara, sul percorso c’erano circa 500 persone accorse per tifare i propri favoriti.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI